L'ambiente è di casa

tartufo

Tartufo: caratteristiche, proprietà e usi culinari dei funghi ipogei

in Alimentazione|Benessere|Ricette
Tartufo: caratteristiche, proprietà e usi culinari dei funghi ipogei ultima modifica: 2017-11-14T14:13:00+00:00 da GreenElle
da

Vero e proprio “diamante” della gastronomia italiana, il tartufo è un fungo che cresce sottoterra e può vantare anche proprietà afrodisiache.

Il tartufo è un fungo ipogeo appartenente al genere Tuber ed è un prodotto particolarmente pregiato e ricercato.

Il corpo sotterraneo cresce spontaneamente nel terreno vicino alle radici di alberi come querce e lecci. Individuato con l’aiuto di cani, viene raccolto a mano solo da chi possiede un apposito tesserino conseguito a seguito di un esame.

Relativamente rari, i tartufi proliferano in base a fattori stagionali e ambientali. Le annate caratterizzate da siccità sono poco favorevoli per la formazione di questi funghi ipogei.

Tartufo: viene cercato con l aiuto di cani addestrati.
Tartufo: viene trovato grazie al fiuto di cani addestrati.

Tartufo periodo

La stagionalità di questo rinomato prodotto della terra dipende dalle varietà.

I tartufi bianchi, ad esempio, vengono raccolti da settembre/ottobre circa fino alla fine di dicembre.

Per quelli neri, invece, il periodo varia da e va da novembre a marzo.

Esiste poi una varietà estiva, nota come “scorzone” che si raccoglie da maggio ad agosto.

Tartufi dove si trovano

La nostra Penisola può vantare la presenza delle varie specie di tartufo impiegate per scopi gastronomici.

In Piemonte, nella zona di Alba, predomina il tartufo bianco, particolarmente pregiato e costoso. Più diffuso, invece, è quello nero, presente in Umbria e Molise.

Tartufo proprietà

Tartufo: è un fungo ipogeo dalle notevoli proprietà benefiche.
Tartufo: è un fungo ipogeo dalle notevoli proprietà benefiche.

Ricco di sostanze antiossidanti, questo prezioso alimento è in grado di contrastare i processi di invecchiamento cellulare. Privo di colesterolo, esercita un’azione benefica sull’apparato cardiovascolare.

Tende a facilitare i processi digestivi e possiede proprietà rimineralizzanti grazie alla presenza di calcio oltre a magnesio e potassio.

Adatto per una dieta ipocalorica, è una fonte di proteine mentre è privo di grassi.

Ai tartufi vengono associate anche proprietà afrodisiache in grado di favorire l’attrazione sessuale verso il proprio partner.

Controindicato nei pazienti affetti da renella o patologie a carico del fegato. Questo alimento, infatti, può provocare problemi al fegato e allo stomaco se consumato di frequente.

Tartufo: usi in cucina

I tartufi, bianchi o neri, sono ingredienti estremamente gustosi e versatili in cucina. Si prestano per il condimento di paste e risotti o per insaporire secondi piatti.

Se lo si consuma fresco, va prima pulito e spazzolato con accuratezza per eliminare ogni possibile residuo di terreno. A questo punto lo si può grattugiare e aggiungere in piccole quantità nelle pietanze anche perché è noto per il suo sapore particolarmente intenso.

 

Tartufo: caratteristiche, proprietà e usi culinari dei funghi ipogei ultima modifica: 2017-11-14T14:13:00+00:00 da GreenElle
Tags:
Tartufo: caratteristiche, proprietà e usi culinari dei funghi ipogei ultima modifica: 2017-11-14T14:13:00+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top