insetti volanti

Catastrofe ecologica in Germania: scomparsi tre quarti di tutti gli insetti volanti

in Ambiente|Biodiversità|Inquinamento
Catastrofe ecologica in Germania: scomparsi tre quarti di tutti gli insetti volanti ultima modifica: 2017-11-03T08:00:27+00:00 da Mariangela Campo
da

I risultati di una ricerca condotta in Germania hanno lasciato gli scienziati sconvolti: nelle riserve naturali dello Stato europeo sono scomparsi tre quarti di insetti volanti in ventisette anni.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Plos One il 18 ottobre 2017 e non lascia spazio a dubbi: è in atto una catastrofe ecologica.

insetti volanti
Sono scomparsi dalla Terra tre quarti di insetti volanti

Scomparsi tre quarti di tutti gli insetti volanti

La ricerca, condotta da un gruppo internazionale di scienziati, si è basata su un protocollo standardizzato: gli studiosi hanno usato le trappole di Malaise, particolari trappole entomologiche, all’interno di 63 aree protette della Germania, per classificare diverse specie di insetti volanti, in un arco temporale di 27 anni.

La ricerca ha studiato molte specie di insetti volanti, tra cui le vespe e le mosche che sono state studiate raramente, rendendo lo studio un indicatore molto preciso del declino.

Dall’analisi di circa 1500 specie diverse di insetti è emerso un calo stagionale medio del 75% e una diminuzione dell’82% nella stagione estiva, quando di norma la presenza degli insetti è maggiore. La perdita di tipi diversi e abbondanti di insetti può provocare effetti a cascata sulla catena alimentare e può mettere in pericolo i servizi ecosistemici, cioè i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al genere umano.

Secondo gli scienziati, le cause di questa catastrofe non sono facilmente comprensibili: certamente vi concorrerebbero la distruzione degli habitat naturali e l’utilizzo di pesticidi chimici in agricoltura.

In ogni caso, gli studiosi continueranno a studiare le possibili cause di questo disastro ecologico, e allargheranno le ricerche agli insetti delle aree protette degli altri Stati europei, poiché gli insetti sono parte integrante e fondamentale della vita sulla Terra e la loro drastica scomparsa non è un segnale positivo.

insetti volanti
Gli insetti compongono circa i due terzi di tutta la vita sulla Terra

Cosa dicono gli scienziati che hanno condotto la ricerca

«Il fatto che il numero di insetti volanti stia diminuendo ad un tasso così elevato in una vasta area è una scoperta allarmante», ha detto Hans de Kroon, ricercatore presso l’Università Radboud nei Paesi Bassi, che ha guidato la ricerca.

«Gli insetti compongono circa i due terzi di tutta la vita sulla Terra. C’è stato una sorta di orribile declino», ha dichiarato il prof. Dave Goulson dell’Università di Sussex, Regno Unito, continuando: «Stiamo creando grandi quantità di terre inospitali per la maggior parte delle forme di vita e attualmente è in corso un Armageddon ecologico. Se perdiamo gli insetti, crollerà tutto».

Caspar Hallmann, ricercatore presso l’Università di Radboud, ha affermato: «Il fatto che i campioni siano stati prelevati in aree protette rende i risultati ancora più preoccupanti. Tutte queste aree sono protette e la maggior parte di esse sono riserve naturali ben gestite. Eppure, questo drammatico declino è avvenuto».

Martin Sorg della Krefeld Entomological Society in Germania, ha detto: «Ciò che sta causando la morte di tutti questi insetti è da comprendere e discutere. Potrebbe essere semplicemente che non ci sia cibo a sufficienza per tutti gli insetti, o potrebbe essere, in modo più specifico, l’esposizione a pesticidi chimici; o ancora, una combinazione dei due».

Catastrofe ecologica in Germania: scomparsi tre quarti di tutti gli insetti volanti ultima modifica: 2017-11-03T08:00:27+00:00 da Mariangela Campo
Tags:
Catastrofe ecologica in Germania: scomparsi tre quarti di tutti gli insetti volanti ultima modifica: 2017-11-03T08:00:27+00:00 da Mariangela Campo

Classe 1981, siciliana di origini e lombarda di adozione. È giornalista pubblicista, scrive per diverse testate online, svolge dei laboratori di giornalismo digitale nelle scuole medie ed elementari. Ha due bambini che le hanno insegnato a vivere green e a voler diffondere le buone pratiche della sostenibilità ovunque, soprattutto attraverso la scrittura. Ha studiato lettere, specializzandosi in scienze linguistiche italiane, perché è sempre stata convinta che solo imparando a parlare e a scrivere correttamente si possono diffondere messaggi che non si fraintendano. Ama leggere storie ai suoi figli e scovare sempre nuovi libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top