via degli abati

Via degli Abati: tra spiritualità, storia e natura lungo la Via Francigena di montagna

in Ambiente|Muoversi|Viaggi
Via degli Abati: tra spiritualità, storia e natura lungo la Via Francigena di montagna ultima modifica: 2017-10-22T08:30:41+00:00 da GreenElle
da

Variante appenninica della Via Francigena, la Via degli Abati è un cammino attraverso il silenzio dei boschi percorrendo antichi tratturi.

La Via degli Abati è un itinerario francigeno di montagna che parte da Bobbio fino a Pontremoli sulle orme degli abati di San Colombano.

Questo cammino è più antico della via Francigena che collegava Roma a Canterbury.

Riscoperto da uno studioso piacentino verso la fine degli anni ’90, era utilizzato fin dal VII secolo. Rappresentava un tragitto più breve per i pellegrini in viaggio da Pavia a Lucca e verso Roma.

Via degli Abati: recentemente riscoperta, è considerata una variante montana della Via Francigena.
Via degli Abati: recentemente riscoperta, è considerata una variante montana della Via Francigena.

Via degli Abati: difficoltà

Lungo circa 125 km nel cuore dell’Appennino emiliano, è un percorso più impegnativo della nota Via Francigena.

Prevede, infatti, un dislivello complessivo di oltre 6000 metri e si snoda attraverso mulattiere e sentieri tra valli e crinali. Solo una minima parte del tracciato include strade asfaltate.

Per i meno esperti di trekking è opportuno prepararsi per tempo a questo cammino con un allenamento sia fisico che mentale. Essendo un percorso piuttosto impegnativo, è consigliato giocare d’anticipo.

Via libera allora a lunghe passeggiate e jogging. Non deve, inoltre, mancare l’indispensabile attrezzatura  da trekking. In particolare, zaino e scarpe adatte oltre al desiderio di assaporare la lentezza del cammino e il contatto con la propria interiorità.

Via degli Abati: è un percorso abbastanza impegnativo e richiede un buon allenamento psico-fisico.
Via degli Abati: è un percorso abbastanza impegnativo e richiede un buon allenamento psico-fisico.

 Via degli Abati tappe

Questo cammino richiede almeno 5 giorni, o più se si sceglie di godersi con più lentezza questa particolare esperienza.

Si parte da Bobbio, importante centro culturale e monastico in Val Trebbia, dove l’irlandese Colombano, diventato poi santo, fondò un’abbazia nel 613 d.C. Si giunge, infine, a Pontremoli, in Lunigiana, lungo un percorso suddiviso in 5 tappe.

La prima tappa di circa 20 km da Bobbio a Mareto presenta un livello di difficoltà già piuttosto consistente per la presenza di molti saliscendi e tratti sterrati. Nelle tappe successive si toccano i borghi medievali di Bardi, Borgotaro e, infine, Pontremoli, dove si conclude il cammino.

Questo antico cammino rappresenta un’ottima opportunità per scoprire l’Appennino nella sua parte più naturale e incontaminata.

Al centro di un rinnovato interesse da parte dei pellegrini, è un’occasione anche per i camminatori in cerca di storia e natura.

Via degli Abati: tra spiritualità, storia e natura lungo la Via Francigena di montagna ultima modifica: 2017-10-22T08:30:41+00:00 da GreenElle
Tags:
Via degli Abati: tra spiritualità, storia e natura lungo la Via Francigena di montagna ultima modifica: 2017-10-22T08:30:41+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top