Lion Ark: il documentario sulla fine dei circhi in Bolivia

in Ambiente|Animali|Cinema
Lion Ark: il documentario sulla fine dei circhi in Bolivia ultima modifica: 2017-05-31T08:00:43+00:00 da GreenElle
da

Lion Ark è un pluri-premiato documentario sulla dismissione degli animali dai circhi in Bolivia.

Lion Ark è un film documentario prodotto da ADI (Animal Defenders International) e sottotitolato in italiano da LAV.  Ha il sapore di una favola moderna: una storia triste e ingiusta con un atteso lieto fine. Racconta la storia di animali salvati da un crudele destino in gabbia per il presunto divertimento umano.

Lion Ark: il regista Tim Phillips ha preso parte alle operazioni di salvataggio condotte da ADI.
Lion Ark: il regista Tim Phillips ha preso parte alle operazioni di salvataggio condotte da ADI.

Sarà proiettato il 3 giugno, alle ore 17,45, a Torino, nell’ambito della XX edizione di CinemAmbiente, nella sezione non competitiva Panorama Alla fine della proiezione seguirà l’ecotalk #UnBelPassoAvanti.

Lion Ark: il film

Lion Ark: il regista Tim Phillips con Jan Creamer, presidente di ADI.
Lion Ark: il regista Tim Phillips con Jan Creamer, presidente di ADI.

Per due anni gli attivisti di ADI hanno lavorato sotto copertura nei circhi del Sud America. La raccolta di prove è stata necessaria per denunciare le condizioni di vita degli animali in cattività. Hanno così sollevato il sipario, svelando l’intuibile ‘dietro le quinte’ del mondo circense. Le loro scoperte sono state scioccanti per l’intero continente e decisive per poter intervenire.

Dietro la finta allegria dei tendoni da circo, si nasconde, infatti, una realtà di indicibile violenza, sofferenza e crudeltà.

Lion Ark: Bam Bam, uno dei 25 leoni liberati.
Lion Ark: Bam Bam, uno dei 25 leoni liberati.

Vittime incolpevoli sono i 25 leoni recuperati da vari circhi boliviani. Queste meravigliose creature della savana hanno vissuto la loro intera vita dietro le sbarre di piccole gabbie. Per noi umani sarebbe come pensare di condurre la vita reclusi in uno spazio simile a quello di un bagno. Movimenti stereotipati, comportamento nervoso e aggressivo, pessime condizioni fisiche sono le inevitabili conseguenze del maltrattamento.

Lion Ark: Colo Colo, un altro dei 25 esemplati salvati dalle gabbie dei circhi in Bolivia.
Lion Ark: Colo Colo, un altro dei 25 esemplati salvati dalle gabbie dei circhi in Bolivia.

Il lavoro portato avanti da questo team è stato molto impegnativo anche sotto il profilo psicologico. Alcuni attivisti, infiltrati come artisti circensi, hanno dovuto documentare, impotenti, la violenza a cui gli animali erano quotidianamente sottoposti. Altrettanto faticosa è stata l’operazione di confisca dei leoni dai circhi, realizzata in collaborazione con le autorità locali. Ogni sforzo, tuttavia, è stato ripagato dalla sensazione di aver fatto la cosa giusta e dalla possibilità di restituire benessere e libertà ai re della savana.

Alcuni Stati dell’America Latina hanno già scelto di vietare gli spettacoli con animali. Tra questi, Perù, Paraguay, Ecuador, Colombia, Panama, El Salvador, Messico.

Anche la Bolivia ha vietato l’impiego di animali nei circhi rendendo possibile l’operazione di salvataggio di Lion Ark. A questo proposito Jan Creamer, presidente di ADI, afferma: “Non ci sono più animali nei circhi in Bolivia. È finita. Nessuno soffrirà ancora. Questo è il più grande successo”.

Lion Ark: tra gli esemplari salvati anche dei cuccioli con la madre.
Lion Ark: tra gli esemplari salvati anche dei cuccioli con la madre.

Ben 25 leoni sono stati così finalmente trasferiti in un santuario a Denver (Colorado, USA) in cui sono ospitati animali esotici. Grazie al grande lavoro di squadra, hanno potuto riassaporare il gusto della libertà dopo una vita dietro le sbarre.

Lion Ark: i ‘no’ al circo con animali

Lion Ark: tra i "no" al circo con animali spiccano le motivazioni di carattere etologico.
Lion Ark: tra i “no” al circo con animali spiccano le motivazioni di carattere etologico.

Tra i vari ‘no’ al circo con animali spiccano le motivazioni di carattere etologico. La pratica secolare che sottopone l’animale, suo malgrado, ad acrobazie ed esibizioni snatura le sue caratteristiche. Non trascurabili sono anche le ragioni legate alla pubblica sicurezza e al numero di incidenti provocati dagli animali nei circhi in Europa negli ultimi 20 anni. Inoltre, la realtà circense con animali è insostenibile per motivi economico-sociali. La crescente consapevolezza del pubblico ha decretato la crisi di questo genere di spettacoli, sempre meno graditi.

Lo sviluppo più recente di una cultura circense alternativa  è una strada da perseguire. La promozione di talenti e performance artistiche umane e prive di sofferenza è decisamente preferibile.

Lion Ark: la situazione in Italia

Lion Ark: in Bolivia e in molti Stati del Sud America, la realtà dei circhi con animali è solo un ricordo.
Lion Ark: in Bolivia e in molti Stati del Sud America, la realtà dei circhi con animali è solo un ricordo.

In Italia continua l’iter del Disegno di Legge del Governo che potrebbe porre fine alla realtà dei circhi con animali. Il sentire comune è sempre più propenso a condannare esibizioni di creature palesemente in contrasto con i loro naturali comportamenti.

La LAV in Italia è stata promotrice della campagna #UNBELPASSOAVANTI. Si punta a riformare il settore dello spettacolo con la dismissione degli animali da circhi e la riconversione in attività artistiche prettamente umane. La proposta di riforma del Ministro Franceschini è attualmente in discussione e sembra andare nella direzione di una svolta culturale.

Come afferma Jan Creamer in Lion Ark:“Comprendere il nostro legame con le altre specie e con i luoghi di questo Pianeta è il prossimo passo nell’evoluzione umana”.

Lion Ark: il documentario sulla fine dei circhi in Bolivia ultima modifica: 2017-05-31T08:00:43+00:00 da GreenElle
Tags:
Lion Ark: il documentario sulla fine dei circhi in Bolivia ultima modifica: 2017-05-31T08:00:43+00:00 da GreenElle

Vive a Roma ma mantiene saldo il legame con il suo sud. Appassionata di scrittura sul web, si interessa a tutto ciò che ruota intorno al mondo 'verde': dall'alimentazione cruelty-free alla mobilità sostenibile, dalla cosmetica ai rimedi naturali, il tutto nell'ottica del benessere per l'uomo e l'ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top