L'ambiente è di casa

BASILICATA-VIA-APPIA-IRSINA-MATERA-EX-CASA-CANTONIERA

103 immobili concessi gratuitamente per promuovere il turismo sostenibile

in Ambiente|News|Viaggi
103 immobili concessi gratuitamente per promuovere il turismo sostenibile ultima modifica: 2017-05-15T08:00:50+00:00 da Sara Panarella
da

Nell’anno dedicato al turismo sostenibile una nuova iniziativa arriva a sottolinearne la direzione. Il progetto si chiama Cammini e percorsi il cui obiettivo è il recupero e riuso di beni situati lungo itinerari storico-religiosi e ciclopedonali

Per questo progetto sono stati selezionati un centinaio di immobili inutilizzati che verrano concessi gratuitamente a chi potrà e vorrà sfruttarne le potenzialità turistico-ricettive per valorizzare tracciati dalla “spiccata personalità”.

immobili gratuiti

Un’iniziativa non nuova visto che si lega al progetto Valore paese-fari finalizzata al recupero di vecchi fari inutilizzati, torri ed edifici costieri, progetto che ha incontrato un buon successo. Ma mentre in quello legato ai fari lo scopo era la valorizzazione dell’ambiente e del mare con Cammini e percorsi si punta a luoghi particolari incentivando un approccio turistico dolce e rispettoso. Entrambi, Valore paese-fari e Cammini e percorsi, si collocano all’interno della più vasta iniziativa di valorizzazione Valore Paese.

I Cammini e i percorsi

I tracciati scelti hanno vocazioni diverse. I Cammini puntano su un interesse storico-religioso dunque vi troviamo la via Appia, la via Francigena, il Cammino di Francesco e quello di San Benedetto.

Nei Percorsi abbiamo invece le ciclovieVEnTO che collega Venezia con Torino, la ciclovia del Sole che con 3.000 km attraversa il paese da nord a sud interessando 12 Regioni e 414 Comuni, e quella dell’Acqua, un tracciato di 500 km che utilizza la strada di servizio che corre lungo il canale dell’Acquedotto Pugliese.

A questi sono stati aggiunti altri tracciati riconosciuti a livello regionale per coprire così l’intero territorio nazionale. Si tratta del Cammino Celeste, del Cammino Micaelico, del Regio Tratturo Magno, del Regio Tratturo Pescasseroli-Candela e via Lauretana sul versante storico religioso mentre in quello dei percorsi troviamo l’Alpe Adriatica  e l’Adriatica.

Foto: festival.viefrancigene.org
Foto: festival.viefrancigene.org

 

Gli immobili in concessione

Su questi tracciati sono stati individuati 103 immobili: 43 di proprietà dello Stato, 50 di enti territoriali e 10 dell’Anas. L’idea è appunto quella di concederli a chi possa utilizzarli valorizzandoli e promuovendo nel contempo il territorio in cui si trovano. Per la concessione sono previste due modalità: concessione gratuita con la formula di 9+9 anniad imprese, cooperative, associazioni costituite in prevalenza da soggetti fino a 40 anni“; oppure in concessione di valorizzazione per 50 anniad operatori che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori , in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività” (fonte: Italpress).

Mappa degli immobili interessati dal progetto Cammini e percorsi
Mappa degli immobili interessati dal progetto Cammini e percorsi

Slow travel

Viaggiare lentamente, che sia poi a piedi, in bici ma anche a cavallo, permette di “guardare“. Avere tempo significa poter indugiare con lo sguardo su territori e paesaggi avendo la mente aperta e la domanda pronta. Privilegio massimo che questi tracciati possono e vogliono incentivare.

Foto: cliclavoro.gov.it
Foto: cliclavoro.gov.it

Valorizzando queste strutture si supporta dunque questa scelta: i 103 immobili dovrebbero diventare ostelli, punti ristoro, ciclofficine, punti di accoglienza per chi desideri sperimentare questa forma di turismo assolutamente affascinante: dal pellegrino che si muove su percorsi densi di spiritualità piuttosto che su tracciati carichi di storia oppure su percorsi ciclabili con i quali sostituire la classica automobile che ci lega alla destinazione dimenticando il tragitto.

Consultazione pubblica e bando

C’è tempo fino al 26 giugno prossimo per partecipare a una consultazione pubblica  finalizzata al miglioramento del bando di gara che uscirà in estate. E’ sufficiente rispondere ad una serie di domande accessibili dal sito del Demanio e si verrà registrati e informati delle future novità in merito.

Dallo stesso sito è poi possibile visionare la scheda di ogni singolo immobile in oggetto. La ricerca può essere effettuata sia in base alla regione di appartenenza sia in base al tracciato d’interesse. Per gli interessati sono previste anche visite dirette ai luoghi.

Ca Olmo di Boara in Emilia Romagna, casermetta sulla ciclovia VEnTO
Ca’ Olmo di Boara in Emilia Romagna, casermetta sulla ciclovia VEnTO

Cammini e percorsi è un’iniziativa promossa da Agenzia del Demanio, dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo – MiBact e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Mit in collaborazione con enti proprietari degli immobili quali l’Anas, ente che a sua volta partì con un progetto considerato pilota che prevedeva la concessione di vecchie case cantoniere inutilizzate.

Sembra che lo stesso progetto verrà replicato: dopo il 2017 anche nel 2018 e poi nel 2019 con un centinaio di immobili all’anno. Una bella possibilità, se ben utilizzata, per valorizzare il territorio e ciò che vi era di abbandonato.

[Immagine di anteprima: casa cantoniera a Irsina (Mt) in loc. Taccone]

103 immobili concessi gratuitamente per promuovere il turismo sostenibile ultima modifica: 2017-05-15T08:00:50+00:00 da Sara Panarella
Tags:
103 immobili concessi gratuitamente per promuovere il turismo sostenibile ultima modifica: 2017-05-15T08:00:50+00:00 da Sara Panarella

Vive a Torino, bibliotecaria. Si laurea in Filosofia interessandosi di bambini e multiculturalità e si avvicina alla psicoanalisi e alla cura del pensiero. Ha poi quattro bimbi e un cane che insieme a tanta effervescenza aggiungono interessi nuovi, maggior attenzione per l’ambiente e gli antichi mestieri e saperi, lavorazione dell’argilla, uncinetto, raccolta e utilizzo delle erbe. Una moderna “Strega in famiglia”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top