L'ambiente è di casa

dente di leone

Bollettini dei pollini POLLnet, un prezioso aiuto per allergici e ambiente

in Benessere|Salute|Tecnologia e scienza
Bollettini dei pollini POLLnet, un prezioso aiuto per allergici e ambiente ultima modifica: 2017-04-20T13:30:15+00:00 da Roberta Lazzarini
da

Ci siamo! E’ già primavera. E’ come se fosse scesa in un attimo. E in un momento fiorisce in città, lungo i viali, nei giardini, nei terrazzi. Scoppiano gli alberi di rosa e di bianco avvolgendo tutto il verde. Un’esplosione profumata e luminosa. Ma insieme a tutto questo la diffusione di pollini rende questa stagione non a tutti gradita.

Proprio per la rilevanza di questo fenomeno, il Sistema Nazionale a rete per la Protezione dell’Ambiente (SNPA) da anni ha dato vita a POLLnet, una rete di monitoraggio aerobiologico che, per chi soffre di problemi legati al polline dei fiori e degli alberi, realizza ed emette bollettini ogni settimana per essere sempre aggiornati e avere le previsioni sulla situazione. Da ora fino a ottobre sarà un continuo avvicendarsi e susseguirsi di fioriture con l’inevitabile rilascio in atmosfera di quantità variabili di pollini che possono provocare, ai soggetti più sensibili, diverse forme allergiche.

Spiega Vincenzo de Gironimo, coordinatore di POLLnet, che nel monitoraggio della qualità dell’aria, oltre agli aspetti fisici e chimici, è necessario tener conto anche di quelli biologici.

“Pollini, spore, microalghe, sono una parte importante del particolato aerodisperso sia quantitativamente (specialmente in primavera), sia qualitativamente per gli effetti specifici sulla salute umana e per le informazioni che ci possono fornire sull’ambiente (cambiamenti climatici, biodiversità, agricoltura, beni culturali)”.

Il servizio, che conta di 55 stazioni distribuite in 17 regioni, viene condotto con la passione di chi si rende conto di realizzare una attività molto importante per molte persone.

Sì perché l’informazione prodotta dalle attività della rete POLLnet, è utilizzata da diversi tipi di utenti finali. In primo luogo il mondo sanitario (allergici, medici allergologi) è interessato al dato giornaliero e alle previsioni settimanali di concentrazione pollinica e di tipologia. Requisiti richiesti per questo tipo di utenti sono: velocità con cui il dato viene erogato, accessibilità, e puntualità. Tuttavia il senso del monitoraggio aerobiologico non si esaurisce per i pur importanti aspetti sanitari perché il polline, in realtà, è una preziosa particella ricca di molteplici informazioni ambientali. Studiando i pollini, ad esempio, possiamo avere informazioni utili allo studio degli impatti dei cambiamenti climatici, della biodiversità vegetale e della colonizzazione del territorio da parte di specie alloctone, della diffusione di determinati parassiti delle piante e dell’efficacia dei trattamenti messi in atto per contenerli.

Attraverso campagne mirate, si può addirittura monitorare la diffusione delle colture OGM o prevedere l’abbondanza del raccolto degli uliveti.

Monitoraggi specifici, ma questa volta sulle spore fungine, possono consentire di ottimizzare trattamenti anticrittogamici sulle colture (in particolare la vite).

Grazie ai fondi messi a disposizione dalla legge 93/2001, è nata la rete italiana di monitoraggio aerobiologico POLLnet (www.pollnet.it).
Grazie ai fondi messi a disposizione dalla legge 93/2001, è nata la rete italiana di monitoraggio aerobiologico POLLnet (www.pollnet.it).

Grazie alle serie storiche dei dati di monitoraggio, attraverso report specifici che vengono già prodotti annualmente dalle varie Agenzie Regionali, si possono avere informazioni circa l’evoluzione negli anni delle concentrazioni di pollini in atmosfera delle principali specie osservate. Queste informazioni, oltre che per gli studiosi, sono potenzialmente di grande interesse per i politici e gli amministratori locali anche perché costituiscono uno dei riferimenti fondamentali ad esempio per la progettazione e la corretta gestione degli spazi verdi urbani. L’aerobiologia è un mondo multidisciplinare che per essere esplorato ha bisogno di tante competenze diverse molte delle quali proprio la rete di conoscenza  POLLnet sta riuscendo progressivamente ad attivare.

fiori di Primavera
fiori di Primavera

Forse è proprio in ambiti come questo che il SNPA (formalizzato recentemente con la legge n.132/2016) nato per integrare e dare efficacia e omogeneità al lavoro di ISPRA e delle Agenzie ambientali, riesce a dare il meglio di sé e trovare la sua ragione profonda.

Circa le persone coinvolte nella rete, la parola torna all’esperto: “L’attività necessaria per il mantenimento e lo sviluppo della rete POLLnet, è molto diversificata e investe numerose professionalità. Accanto alla produzione dei dati di monitoraggio, c’è bisogno di un continuo aggiornamento per raggiungere un’utenza sempre più vasta, sia per adeguare l’offerta del servizio alle esigenze”

Ma quali sono le strategie di comunicazione e come si può estendere il raggio dell’utenza finale?

“Oltre al continuo sviluppo e aggiornamento dell’informazione online, anche attraverso l’implementazione di specifiche app, le strategie di comunicazione sono legate alla divulgazione della conoscenza. Uno sforzo particolare va dedicato all’integrazione dell’informazione pollinica all’interno delle principali pubblicazioni periodiche prodotte da Ispra sulla base del monitoraggio ambientale realizzato dal SNPA come l’Annuario dei dati ambientali e al Rapporto annuale sulla qualità dell’ambiente urbano. Si tratta di individuare uno o più indicatori significativi della concentrazione pollinica in atmosfera tali da poter essere messi in correlazione con gli altri indicatori della qualità dell’aria contribuendo a definirla”.

Vincenzo De Gironimo, coordinatore di POLLnet
Vincenzo De Gironimo, coordinatore di POLLnet

Riuscire in questo compito è un importante punto d’arrivo del monitoraggio aerobiologico.  Ancora una volta, viene confermata l’importanza della condivisione della conoscenza e di quei progetti che generano risultati di pubblica utilità.

Bollettini dei pollini POLLnet, un prezioso aiuto per allergici e ambiente ultima modifica: 2017-04-20T13:30:15+00:00 da Roberta Lazzarini
Tags:
Bollettini dei pollini POLLnet, un prezioso aiuto per allergici e ambiente ultima modifica: 2017-04-20T13:30:15+00:00 da Roberta Lazzarini

Nata e vissuta a Venezia, vive a Ferrara dove ha fondato, con un gruppo di amici, Officina Dinamica, una associazione di promozione sociale che organizza percorsi culturali e di sensibilizzazione a sfondo ambientale. Storica di formazione, per molti anni si è occupata di ricerca d’archivio e catalogazione. In azienda ha competenza più che ventennale nella comunicazione ambientale, nella formazione e organizzazione di eventi. Sviluppa progetti ed eventi di sensibilizzazione e divulgazione ambientale. Crede nell'importanza della conoscenza, nella condivisione di esperienze. Dipinge, scrive e si aggiorna su tematiche a valenza ambientale e sociale. Ama passeggiare nei boschi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Benessere

Go to Top