Whale Song, la musica dei Pearl Jam dalla parte delle balene contro gli orrori della caccia

in Ambiente|Animali|Cultura|Musica
Whale Song, la musica dei Pearl Jam dalla parte delle balene contro gli orrori della caccia ultima modifica: 2017-03-23T13:30:27+00:00 da Alberto Pinto
da

Il cuore di una balena è grande come una macchina. La mente di un baleniere è macchiata di oscurità”. Con questi versi così forti e taglienti, i Pearl Jam hanno messo in musica una dualità che da sempre ha trovato spazio nell’universo metaforico letterario, la lotta tra l’uomo e la più grande e affascinante creatura marina.

Un confronto che nel mondo reale assume tinte strazianti, come documentano le numerose notizie che quotidianamente arrivano a riguardo da ogni parte del mondo. Soltanto poche settimane fa, infatti, l’emittente pubblica norvegese NRK ha mandato in onda lo sconcertante “Battle of Agony”, un documentario da cui è emerso che il 90% delle balenottere minori cacciate annualmente dall’industria baleniera nazionale è composto da esemplari di sesso femminile quasi sempre in gravidanza, a cui viene brutalmente rimosso il feto.

Pearl-Jam

È proprio per denunciare orrori del genere che Jack Irons, per un periodo batterista della famosa band statunitense, alla fine degli anni ’90 compose “Whale Song”. Si tratta di una splendida canzone, ripresa in diverse raccolte di musica ambientalista, che Irons ha interpretato di persona al posto della storica voce dei Pearl Jam, Eddie Vedder.

Le strofe del brano parlano di baleniere vigliacche che ingannano “gli amici in fondo al mare”, pronte a sfruttare qualsiasi cosa in cambio di denaro e a trarre vantaggio “da tutto ciò che è libero”. Di fronte alla ferocia degli uomini che spargono in mare sangue innocente, il testo mette in risalto l’altezza interiore delle balene, troppo orgogliose per rispondere con la stessa violenza ad una tale crudeltà.

Una scena del documentario "Battle of Agony"
Una scena del documentario “Battle of Agony”

È solo un modo di pensare che fa sembrare giusto tutto questo”, cantano i Pearl Jam. È la prepotenza dell’uomo  che non riesce a guardare oltre i suoi interessi e che pretende di avere il controllo sulla natura e sulle sue libere e splendide creature.

In difesa della natura e dell’ambiente si è più volte schierato proprio Eddie Vedder, eletto nel 2007 Ambientalista dell’Anno nell’ambito del 18° Waterman’s Weekend. Oltre ad appoggiare candidati politici dalle idee ambientaliste, Vedder è uno degli esponenti del movimento ecologico statunitense Earth First!, nato con l’obiettivo di contrastare l’impatto dell’umanità sul pianeta e riorganizzare il rapporto tra uomo e natura in favore di quest’ultima.

Nella filosofia della band c’è dunque l’idea forte di rifondare i modelli politici e culturali della nostra società, virando verso un maggiore rispetto dell’ecosistema in cui l’uomo si trova ad agire, in modo sempre più aggressivo. Prendi quello che vuoi. Uccidi quello che puoi. È questa l’unica strada che la mente umana conosce”, sentenzia con amarezza il testo di “Whale Song”. Poco importa se il prezzo da pagare è la sofferenza e lo sterminio delle altre creature.

Musicista e ambientalista, il leader dei Pearl Jam Eddie Vedder ha composto la colonna sonora del film "Into The Wild"
Musicista e ambientalista, il leader dei Pearl Jam Eddie Vedder ha composto la colonna sonora del film “Into The Wild”

Prendi le loro vite, vendi le loro parti. Ma non c’è modo di prendere i loro cuori”. Quello dei Pearl Jam è un dolore sincero, maturato dall’orrore per la violenza insensata che l’uomo esercita ogni giorno sugli animali. Un sentimento di disgusto che dovrebbe coinvolgere ciascuno di noi e che porta la band a ripudiare apertamente la nostra specie, schierandosi dalla parte delle vittime. “Se fossi perso in mezzo al mare”, conclude la canzone, “Davanti a quella baleniera, è la balena che vorrei essere”.

Di seguito il testo e la traduzione di “Whale Song” dei Pearl Jam.

Whale Song / Il canto della balena

The sun was in clouds. The sun looked out / Il sole era dietro le nuvole. Il sole spuntò
Exposed a trail of mist and spouts / illuminò una scia di nebbia e di zampilli
Ships followed the ancient lead / Le navi seguivano l’antica rotta
Deceiving friends under the sea / tradendo gli amici in fondo al mare

Wow, imagine that? They won’t fight back / Wow, te lo immagini? Non reagiranno
I got a theory on that / Ho una teoria su questo
A whale’s heart is a big as a car / Il cuore di una balena è grande quanto una macchina
A whaler’s thought must be smudged by the dark / Il pensiero di un baleniere dev’essere macchiato di oscurità

They won’t fight back. I’m sure they know how / Non reagiranno. Sono sicuro che sanno come fare
Beings that love are too proud / Gli esseri che amano sono troppo orgogliosi
They won’t fight back. I’m sure they know how / Non reagiranno. Sono sicuro che sanno come fare
Beings that love are too proud / Gli esseri che amano sono troppo orgogliosi
They swim. It’s really free. It’s a beautiful thing to see. They sing / Nuotano. É davvero libera. É bella da vedere. Cantano.

Hunter of land, hunters of sea / Cacciatori di terra, caccciatori di mare
Exploit anything for money / Sfruttano qualunque cosa per I soldi
I refer to anybody that takes advantages of what is free / Parlo di tutti quelli che traggono vantaggi da ciò che è libero
They won’t fight back / Non reagiranno
It’s only a thought that makes it seem right / È solo un modo di pensare che lo fa sembrare giusto
What you don’t see is because of your sight / Se non lo riesci a vedere è colpa della tua vista

Take what you want. Kill what you can / Prendi quello che vuoi. Uccidi quello che puoi
That’s just one way for the mind of man / La mente umana conosce solo questa strada
Take their lives. Sell their parts / Prendi le loro vite. Vendi le loro parti
But there is not taking of their hearts / Ma non c’è modo di prendere I loro cuori

If I was lost at sea / Se fossi perso in mezzo al mare
That harpoon boat in front of me / Davanti a quella baleniera
It’s the whale I’d like to be / È la balena che vorrei essere

They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno
They don’t know how / Non sanno come fare
They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno
They won’t fight back / Non reagiranno

Whale Song, la musica dei Pearl Jam dalla parte delle balene contro gli orrori della caccia ultima modifica: 2017-03-23T13:30:27+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
Whale Song, la musica dei Pearl Jam dalla parte delle balene contro gli orrori della caccia ultima modifica: 2017-03-23T13:30:27+00:00 da Alberto Pinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ambiente

Go to Top