Spettacoli della natura: in viaggio per il mondo alla ricerca dei ciliegi in fiore

in Cultura|Natura|Viaggi
Spettacoli della natura: in viaggio per il mondo alla ricerca dei ciliegi in fiore ultima modifica: 2017-03-13T08:00:03+00:00 da Valentina Tibaldi
da

Qual è il simbolo della primavera? Ce ne sono molti, d’accordo. Uno, inconfondibile e affascinante, è l’esplosione di colori, petali e profumi che regalano i ciliegi in fiore. Approfittare della bella stagione alle porte per inseguire questo spettacolo della natura, in Italia come in Europa o nel mondo, è un’esperienza che vale la pena di concedersi. Per uscire da quel torpore invernale che invita all’immobilità domestica e godere con rinnovata meraviglia di momenti di pura bellezza all’aria aperta.

Il periodo pieno della fioritura dei ciliegi (alias Prunus Avium, nella sua denominazione latina) è generalmente tra la fine di marzo e maggio, a seconda delle latitudini. Ecco dove osservarla, in base al tempo e al budget a disposizione:

Ciliegi in fiore nel mondo

ciliegi in fiore

Giappone

In Giappone l’hanami (letteralmente, ammirare i fiori) è una vera e propria tradizione, capace di attirare ogni anno migliaia di turisti. Le località preferite dal popolo giapponese per praticarla sono oltre 60: ci si sposta da un posto all’altro, con tutta la famiglia e con gli amici, per assistere alla pioggia di petali e attendere, con il calar del sole, i festeggiamenti per Yozakura, la notte dei ciliegi. Anche se le date precise cambiano ogni anno, sono solite coincidere con le ultime settimane di marzo e le prime di aprile.

A Tokyo i luoghi migliori per vedere i ciliegi in fiore sono il Parco Ueno e Chidorigafuchi. A Kyoto, invece, fra i punti di osservazione più  annoverano il Parco Maruyama, il Santuario Heian, Arashiyama e Kamogawa.

Washington, Stati Uniti

Per due settimane a partire dall’ultimo sabato di marzo, si celebra a Washington il National Cherry Blossom Festival. Si tratta dell’occasione per commemorare, ogni anno, il dono dei ciliegi giapponesi da parte del sindaco di Tokyo nel lontano 1912.

New York, Stati Uniti

Ai Brooklyn Botanic Gardens di New York, la fioritura dei ciliegi è una boccata di ossigeno in mezzo al traffico cittadino. Così come a Central Park, dove il cuore verde di Manhattan non poteva essere da meno, offrendo agli avventori una pioggia di petali profumati sui manti erbosi.

ciliegi in fiore- brooklyn botanic gardens. Foto di Paul Martinka

Ciliegi in fiore in Europa

Parigi, Francia

Anche l’Europa può dire la sua. Chi ama la Francia e intende dedicarsi ad ammirare i ciliegi parigini si può dirigere al Parc de Sceaux, a meno di mezz’ora dal centro città. In alternativa, può semplicemente passeggiare per le strade della Ville Lumière: le dodici vie che convergono su Place Charles de Gaulle e il suo Arco di Trionfo, ad esempio, sono ricche di ciliegi.

Amburgo, Germania

Ad Amburgo, a maggio, si celebra una vera e propria ricorrenza in onore dell’hanami: il Japanisches Kirschblütenfest, festival dei fiori di ciliegio giapponesi. Alla fine degli anni ’60, infatti, la comunità giapponese di Amburgo cominciò a piantare gli alberi di ciliegio per ringraziare la città per la sua ospitalità.

Londra, Inghilterra

Difficile immaginarlo, ma la quantità di ciliegi presenti nella capitale inglese è impressionante. I Kensington Gardens sono un luogo emblematico di ritrovo, il preferito anche dalle associazioni di cultura giapponese. Più lontani dal centro sono il Richmond Park, un’immensa riserva naturale che- oltre a una flora ricchissima- ospita anche molti animali, e i Kew Gardens, i giardini botanici reali dove il ciliegio abbonda.

Valle del Jerte, Spagna

Marzo inoltrato è il periodo migliore per ammirare la travolgente bellezza di due milioni di ciliegi in fiore nella Valle del Jerte, in Estremadura (Spagna). Qui, per una decina di giorni, i fiori dei ciliegi ricoprono di bianco i pendii delle montagne, in un effetto ottico di strabiliante “neve primaverile”.

ciliegi in fiore- Valle del Jerte

Copenaghen, Danimarca

Dal 2007 la capitale danese organizza il Copenhagen Sakura Festival. L’appuntamento si svolge al Langelinie Park attraendo ogni anno, con i suoi eventi gastronomico-culturali a tema nipponico, migliaia di persone.

Stoccolma, Svezia

Ogni anno, l’Associazione Giapponese in Svezia organizza in primavera il Körsbärsblommans Dag, ovvero il Giorno del Fiore di Ciliegio, presso il parco cittadino Kungsträdgården. Qui, gli oltre 60 alberi di ciliegio magnetizzano gli sguardi avidi degli avventori, in cerca di uno spettacolo gratuito- ma impagabile- da parte della natura.

Ciliegi in fiore in Italia

Roma

Tra le mille e più attrattive che la capitale offre, nella primavera romana si può contare anche l’hanami al Parco Lago dell’EUR. Qui fa mostra di sé la Passeggiata del Giappone, una pista pedonale e ciclabile inaugurata nel 1959, quando l’allora ministro nipponico regalò alla città ben 2.500 esemplari di sakura.

Vignola

Vignola, paese in provincia di Modena reso famoso dall’inconfondibile ciliegia Mora, è una meta irrinunciabile per ammirare la fioritura dei meravigliosi alberi. Non per nulla, dal 1970, ogni anno si organizza la Festa dei Ciliegi in Fiore: un’occasione imperdibile per godere, a piedi o in bicicletta, del tripudio dei rami adornati lungo il fiume Panaro.

Se siete ancora in dubbio se preparare la valigia in fretta e furia e partire al più presto, date un’occhiata alla nostra galleria fotografica: i ciliegi in fiore chiamano, impossibile resistere!

Spettacoli della natura: in viaggio per il mondo alla ricerca dei ciliegi in fiore ultima modifica: 2017-03-13T08:00:03+00:00 da Valentina Tibaldi
Tags:
Spettacoli della natura: in viaggio per il mondo alla ricerca dei ciliegi in fiore ultima modifica: 2017-03-13T08:00:03+00:00 da Valentina Tibaldi

Lettrice accanita e scrittrice compulsiva, trova in campo ambientale il giusto habitat per dare libero sfogo alla sua ingombrante vena idealista. Sulla carta è laureata in Lingue e specializzata in Comunicazione per la Sostenibilità, nella vita quotidiana è una rompiscatole universalmente riconosciuta in materia di buone pratiche ed etica ambientale. Ha un sogno nel cassetto e nella valigia, già pronta sull’uscio per ogni evenienza: vivere di scrittura guardando il mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cultura

Go to Top