scimpanzé Santino

La rivoluzione del sorriso: il racconto dello scimpanzé Santino

in Animali|Educazione|Scuola
La rivoluzione del sorriso: il racconto dello scimpanzé Santino ultima modifica: 2017-03-04T13:30:27+00:00 da Giornalismo a scuola
da

Su Repubblica del 10 marzo 2009 si leggeva una notizia curiosa: in uno zoo svedese, quando si arrivava davanti agli scimpanzé, bisognava stare molto attenti, perché si rischiava di farsi molto male, attaccati dai sassi lanciati da un arrabbiatissimo scimpanzé di nome Santino.

scimpanze
Scimpanze (Fonte foto: Pixabay)

A quanto si legge, lo scimpanzé Santino, stufo di farsi scattare foto dai visitatori, e probabilmente agitato dai flash delle loro macchine fotografiche, ha iniziato a lanciare sassi contro le persone che lo osservavano.

Quando la vicenda si è diffusa tra i giornali locali, alcuni studiosi hanno deciso di capire perché lo scimpanzé faceva così e hanno cominciato a studiarne i comportamenti: gli scienziati hanno visto negli atteggiamenti di Santino una prova evidente della capacità dell’animale di pianificare eventi futuri.

Questo significa che Santino ha una capacità molto complessa di pensare e di programmare azioni, proprio come gli esseri umani.

Alessandro Ghebreigziabiher
Alessandro Ghebreigziabiher (Fonte foto: Storie e Notizie)

Questa notizia è stata ripresa dall’attore e scrittore Alessandro Ghebreigziabiher, il quale ne ha scritto un racconto, dal titolo La rivoluzione del sorriso.

La trama

Nel racconto La rivoluzione del sorriso si legge che ogni mattina, prima dell’apertura dello zoo, Santino raccoglie le pietre con calma e le sistema in un posto sicuro, dove poi, quando i turisti si fermano a scattargli delle foto, le prende e le usa come proiettili contro di loro.

giraffe
Giraffe (Fonte foto: Wikimedia Commons)

A fare buona compagnia allo scimpanzé in questa lotta contro i visitatori ci sono anche altri animali: una volta è l’elefante a sollevare le proprie feci e a scagliarle contro i turisti che gli scattano foto o lo riprendono con i cellulari; un’altra volta è la giraffa che lancia addirittura il suo cucciolo oltre il recinto di protezione.

Di seguito, ogni animale dello zoo dà prova della propria ribellione consapevole e del proprio desiderio di rivalsa.

Nessuno di noi aveva considerato che non esiste al mondo nulla di più pericoloso di chi è vittima di un’ingiustizia afferma giustamente lo scrittore, e continua: “Perché, dal punto di vista degli animali, cos’altro è stare chiusi in una gabbia per il resto della vita, con i propri carcerieri che ti osservano divertiti?».

elefante
Elefante (Fonte foto: Wikipedia)

Considerazioni

A noi il racconto è piaciuto molto e ci ha fatto sorridere, e il fatto che sia stato tratto da una storia vera è ancora più accattivante.

L’autore utilizza parole semplici e di facile comprensione, per questo la storia si legge tutta d’un fiato ed è adatta a tutti.

Quello che ci ha colpiti di più è il fatto che, secondo gli scienziati, lo scimpanzé aveva imparato a capire, nelle rocce che circondavano la zona dove viveva, quali parti potevano staccarsi con facilità per i suoi attacchi premeditati.

Per cui l’animale preparava le munizioni e le metteva da parte, aspettando di usarle finché non apparivano alla sua vista i turisti muniti di videocamere e macchine fotografiche.

evoluzione
Evoluzione (Fonte foto: ub.edu)

Quindi gli scimpanzé assomigliano all’uomo, oltre che nella struttura fisica, anche nell’intelligenza, perché sono capaci di “pensare” situazioni che non sono ancora avvenute ma che succederanno.

Invece, la storia ci ha fatto riflettere su quanto deve essere spiacevole per gli animali vivere in un recinto, anche se abbastanza grande, come sono quelli costruiti per loro negli zoo.

Magari per gli animali nati in cattività non è poi così male, dato che non conoscono la libertà.

Ma per gli animali liberi che sono catturati e messi a vivere negli zoo, la vita lì dentro deve sembrare loro davvero terribile.

Con questo racconto lo scimpanzé Santino e gli altri animali li riscattano tutti e, come scrive l’autore, “pareggiano i conti con il destino”.

Alessandro Galli, Elyass Mouhamadi, Andrea Burbello

Classe III D

La rivoluzione del sorriso: il racconto dello scimpanzé Santino ultima modifica: 2017-03-04T13:30:27+00:00 da Giornalismo a scuola
Tags:
La rivoluzione del sorriso: il racconto dello scimpanzé Santino ultima modifica: 2017-03-04T13:30:27+00:00 da Giornalismo a scuola

Giornalismoascuola.it è un progetto ideato da Mariangela Campo per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, con lo scopo di fornire gli strumenti necessari a scrivere un blog online, stimolando la loro naturale curiosità – e abilità - per la tecnologia, il loro spirito di osservazione e, soprattutto, la loro capacità critica. Il progetto ha come obiettivo principale quello di prevenire l’uso distorto dell’informazione, rendendo i ragazzi consapevoli del concetto di “notizia” e di come si distingua una notizia falsa – la cosiddetta bufala – da una notizia verificata: nozione fondamentale in un’epoca di sovraccarico dell’informazione. Il laboratorio porta alla produzione di veri e propri articoli che eHabitat.it ha il piacere di pubblicare quando trattano di tematiche ambientali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top