(fonte: peta.org)

L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali

in Animali|News
L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali ultima modifica: 2017-02-28T08:00:03+00:00 da Alessia Telesca
da

L’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti ha suscitato non poche polemiche a livello internazionale, a causa del suo controverso programma politico. Anche il mondo animalista si è unito alla battaglia contro Trump, poiché a poche settimane dall’insediamento, l’USDA, il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti, ha oscurato sul proprio sito importanti documenti sugli abusi commessi a danno degli animali.

La scelta dell’amministrazione Trump

Il sito web del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti da anni pubblicava rapporti e resoconti sulle ispezioni ad aziende e strutture con animali impiegati per ricerca, intrattenimento o allevamento, con lo scopo di accertare l’osservazione attenta dell’Animal Welfare Act, la normativa che regola tali attività per evitare abusi e violazioni.

A causa dell’oscuramento di tali informazioni, lamentano numerose associazioni animaliste, sarà sempre più complesso documentare e fermare gli abusi sugli animali, con un conseguente peggioramento delle condizioni delle specie utilizzate in attività di intrattenimento come zoo e circhi, o di quelle utilizzate nei laboratori di ricerca.

L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali (fonte: aphis.usda.gov)
L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali (fonte: aphis.usda.gov)

A seguito della discussione animata dal mondo animale, la APHIS, agenzia della USDA incaricata delle ispezioni, ha affermato che tali documenti sono stati rimossi dal web per motivi di privacy e potranno essere accessibili su richiesta seguendo le procedure del Freedom of Information Act. Tali procedure per la richiesta dei dati, contestano gli animalisti, possono richiedere anche mesi, con la conseguenza di rendere difficile o del tutto impossibile un intervento tempestivo per la salvaguardia degli animali.

Casi di abusi sugli animali

D’altronde l’esperienza passata ha mostrato come il lavoro svolto dalla normativa Animal Welfare Act e dalla pubblicazione dei rapporti pubblicati sul sito web del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti abbia portato ad importanti scandali mediatici, testimoni di clamorosi casi sugli abusi degli animali.

Tra i maggiori si annovera l’inchiesta della rivista Mother Jones sul circo Ringling Bros e sugli abusi sugli elefanti, costretti in spazi minuscoli e frustrati e feriti per mano dei guardiani, e su vari centri di ricerca del paese, come testimoniato dall’articolo del New York Times sul Meat Animal Research Center, dove gli animali venivano tenuti in condizioni inaccettabili, privati di cibo e acqua.

Allevamenti intensivi: spazi sovraffollati e luci artificiali
Allevamenti intensivi: spazi sovraffollati e luci artificiali

L’oscuramento dei dati rappresenta un pericoloso passo indietro in tema di tutela degli animali, con una conseguente facilitazione per le violazioni di legge e una ridotta attenzione per le condizioni di strutture di ricerca e intrattenimento. A seguito della decisione dell’amministrazione di Donald Trump, il blog The memory hole ha deciso di pubblicare parte dei documenti oscurati, così da mostrare quanto importante sia la consultazione pubblica di tali dati per il raggiungimento del pieno riconoscimento dei diritti degli animali.

L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali ultima modifica: 2017-02-28T08:00:03+00:00 da Alessia Telesca
Tags:
L’amministrazione Trump oscura i dati sugli abusi sugli animali ultima modifica: 2017-02-28T08:00:03+00:00 da Alessia Telesca

Classe 1987, torinese. È educatrice e web editor per diverse testate online. Vegetariana, è appassionata di animali, tematiche ambientali e educative. Spazia dai film thriller alle commedie e segue con attenzione il calcio. Dalle molteplici idee, prova ad unire le passioni con la scrittura creativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top