Vendo Bagnoli, la musica di Edoardo Bennato in difesa della sua terra

in Cultura|Inquinamento|Musica
Vendo Bagnoli, la musica di Edoardo Bennato in difesa della sua terra ultima modifica: 2017-01-28T08:30:45+00:00 da Alberto Pinto
da

È uno degli artisti più originali del cantautorato italiano, un musicista unico nel suo genere che con i suoi brani ha saputo reinterpretare la magia delle favole più belle. Nel corso della sua carriera, però, Edoardo Bennato non ha perso occasione per scrivere testi di impegno sociale e denunciare alcune delle vicende più gravi del nostro territorio, che hanno a che fare con inquinamento e disastri ambientali.

È il caso di “Vendo Bagnoli”, pezzo del 1989 contenuto nell’album “Abbi Dubbi”. Il tema affrontato è molto caro al cantautore, originario di quel quartiere di Napoli così bistrattato e figlio di un operaio dell’Italsider, azienda conosciuta poi come Ilva.

Edoardo-Bennato

Su una vasta area nelle vicinanze del mare, i cui terreni furono acquistati ad un prezzo più che vantaggioso, nei primi anni del ‘900 fu inaugurato il primo nucleo dell’acciaieria, destinato a diventare uno dei più grandi e più importanti del Sud Italia.

Le conseguenze sull’ambiente furono devastanti. Bagnoli sorgeva infatti nei pressi di acque termali già famose al tempo dei Greci. Lo sviluppo dell’industria siderurgica pose fine al termalismo flegreo e, con la sua espansione tra il Dopoguerra e gli Anni ’60, intensificò l’inquinamento a scapito di operai, abitanti e natura.

Gli stabilimenti furono dismessi soltanto negli Anni ’90, ma da allora la loro riqualifica e la bonifica dell’area sono al centro di controversie e mancanze politiche che si sono protratte fino ai nostri giorni. Con il suo stile inconfondibile, Bennato ha saputo mettere in musica questa triste realtà e le difficoltà che continuano ad ostacolare la rinascita di Bagnoli.

Vendo-Bagnoli

Nel brano, il quartiere è descritto come un luogo svenduto in nome degli interessi economici. Le sue ricchezze più preziose, “colline verdi, mare blu”, hanno ormai lasciato il posto alle ciminiere delle acciaierie. L’area Bagnoli-Coroglio è tutt’oggi un’area dal grande potenziale inespresso, dove fervono progetti interessanti la cui realizzazione procede a rilento e nel disinteresse dei più, con sostanziale inconcludenza.

Di Bagnoli si parla poco, ma Edoardo Bennato ha contribuito a tenere viva l’attenzione grazie alla sua arte e all’amore per la sua terra. Il cantautore ha toccato l’argomento in diversi suoi brani, da “Lieve ‘e mano alloca! (Nun tuccà Coroglio)” a “Si Scrive Bagnoli”, dove l’amarezza si traduce in questi eloquenti versi: “Coroglio è un inferno di fumo e carbone, e Mangiafuoco ci ha il quartier generale. Fa il diavolo a quattro, minaccia la gente. Si vende la spiaggia al miglior offerente”.

Bagnoli

È nella sensibilità degli artisti che si rafforza la speranza, affinché non si spengano i riflettori su un caso delicato come quello di Bagnoli e su tanti altri. Così come Bennato, negli anni successivi molti artisti hanno messo la propria musica al servizio di tutti per non lasciare all’oblio vicende come quelle dell’Ilva e dell’Eternit.

La cultura pop ha il potere di riuscire a trasmettere messaggi di interesse comune e di diffonderne l’urgenza, con semplicità ed efficacia. Ancora una volta, la musica si conferma essere un linguaggio accessibile e diretto che, prima ancora di intrattenere, ha la forza di far riflettere ed agire.

Di seguito il testo di “Vendo Bagnoli”.

Vendo Bagnoli

Tu – tu – tutto bene io
E tu tutto bene?
Giù il fumo, le acciaierie
Su le decisioni
That’s right! That’s right!

Tu – tu – tutto bene ad Est
Ad Est tutto bene
Ad Ovest che cosa c’è?
Ad Ovest chissà
That’s right! That’s right!

E a Sud va a gonfie vele perché
È oro tutto quello che c’è

Ma che – che – che occasione! Ma che affare!
Vendo Bagnoli, chi la vuol comprare?
Colline verdi, mare blu
Avanti, chi offre di più?

Ma che – che – che occasione! Ma che affare!
Vendo Bagnoli con le ciminiere
Però sbrigatevi perché
È un’asta, conto fino a tre

Tu – tu – tutto bene io
Offerta speciale
Tu – tu – tutti saldi di
Fine stagione
That’s right! That’s right!

E a Sud va a gonfie vele perché
È oro tutto quello che c’è

Ma che – che – che occasione! Ma che affare!
Vendo Bagnoli, chi la vuol comprare?
Colline verdi, mare blu
Avanti, chi offre di più?

Ma che – che – che occasione! Ma che affare!
Vendo Bagnoli con le ciminiere
Però sbrigatevi perché
È un’asta, conto fino a tre

 

Vendo Bagnoli, la musica di Edoardo Bennato in difesa della sua terra ultima modifica: 2017-01-28T08:30:45+00:00 da Alberto Pinto
Tags:
Vendo Bagnoli, la musica di Edoardo Bennato in difesa della sua terra ultima modifica: 2017-01-28T08:30:45+00:00 da Alberto Pinto

1 Commento

  1. vorrei laa base midi di vendo bagnoli datoi che non la trovo in nessuna parte tipo da scaricare su emul-se me la potete mandare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cultura

Go to Top