regifting

Regali indesiderati? Ecco i migliori siti per scambiarli, barattarli e riutilizzarli

in Lifestyle|Riuso
Regali indesiderati? Ecco i migliori siti per scambiarli, barattarli e riutilizzarli ultima modifica: 2016-12-26T08:30:56+00:00 da Alessandra Varotto
da

Il giorno dopo Natale, in molti ci ritroviamo a fare i conti con pacchi e pacchettini indesiderati, regali indigesti, ma anche abiti e strumenti tecnologici ancora perfettamente funzionanti resi improvvisamente obsoleti dai nuovi doni ricevuti. Cosa fare in questi casi? Come spesso succede, l’aiuto arriva dalla rete, dove sta crescendo sempre più il fenomeno del regifting online, ovvero dello scambio, del riuso e del baratto di oggetti e regali indesiderati tramite piattaforme digitali. Vediamo assieme i siti migliori.

Zerorelativo è composto da una nutrita community di barter (o ‘scambiatori’, nel linguaggio del sito). Le offerte, a scadenza, si aggiornano continuamente, quindi è consigliabile non perdere tempo. Trovata quella che interessa, si instaura un rapporto individuale col proprietario dell’oggetto proposto, a cui si offre un equivalente. La valutazione dello scambio è lasciata alla contrattazione tra i singoli. Ovviamente senza allusioni al denaro.

Soloscambio prevede invece che gli iscritti pubblichino una lista di oggetti che vengono messi a disposizione della comunità per essere scambiati. Il pubblico di riferimento è giovane, si iscrive tramite account social e scambia prevalentemente libri, musica e videogiochi.

regiftingCose(in)utili si basa su un sistema differente. L’iscrizione dà accesso infatti a trenta crediti per un equivalente di 30 euro (1 credito = 1 euro). Al momento dello scambio, la persona che riceve l’oggetto cede crediti in proporzione al valore del bene che acquisisce. I crediti accumulati scambiando i propri oggetti possono essere utilizzati, a loro volta, per avere altri beni. Oltre ai prodotti, il sistema prevede anche lo scambio di competenze, per un equivalente di 12 crediti per un’ora di attività.

Reoose, infine, è un vero e proprio eco-portale che basa la sua attività sul baratto. Sul sito un credito equivale a 0,25 centesimi e il valore degli oggetti scambiati viene affidato ad una rigida legenda (quindi non vene attribuito dagli utenti). All’avvio vengono regalati cinque crediti, a cui si sommano quelli che l’utente può ottenere attivando azioni social come la condivisione su Facebook dello scambio effettuato o invitare i propri amici. Acquisendo l’oggetto offerto da qualcun altro si guadagnano crediti che possono essere spesi per mettere in circolo un proprio oggetto. Il meccanismo è controllato e se si accumulano molti crediti si può decidere di devolverli ad alcune Onlus.

regiftingE per chi vuole semplicemente liberarsi del regalo sgradito, è possibile rivolgersi a Facebook, dove sono numerosi i gruppi che permettono di regalarsi qualcosa invece che acquistarla e, viceversa, di regalare oggetti anziché buttarli. È questa la filosofia di Te lo regalo se vieni a prenderlo: affinché regali sgraditi non diventino oggetti inutilizzati o, peggio, rifiuti, basta iscriversi al gruppo della propria regione o città, scattare una foto e offrire l’oggetto in regalo in un post.

Non sentiamoci quindi in colpa a fronte di un regalo indesiderato o di un oggetto inutilizzato da riciclare. L’importante è che questi oggetti possano tornare utili per qualcun altro, facendo felice chi li riceve e anche l’ambiente.

Regali indesiderati? Ecco i migliori siti per scambiarli, barattarli e riutilizzarli ultima modifica: 2016-12-26T08:30:56+00:00 da Alessandra Varotto
Tags:
Regali indesiderati? Ecco i migliori siti per scambiarli, barattarli e riutilizzarli ultima modifica: 2016-12-26T08:30:56+00:00 da Alessandra Varotto

Appassionata di sostenibilità, comunicazione e innovazione, ha conseguito un dottorato in Social Marketing for Sustainability presso l’Università degli Studi di Padova e la University of Exeter (UK), e un master in comunicazione digitale allo IUSVE di Venezia con una tesi sul digital storytelling della CSR nel settore food. TEDx speaker e communication manager di progetti europei LIFE, nel tempo libero ama studiare e visitare luoghi nuovi vicini e distanti, dove fare lunghe passeggiate all’aria aperta godendo della gioia e della meraviglia che la natura è in grado di suscitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Lifestyle

Go to Top