versol-alpeggio_creditsstradadeiformaggi_2

Adottare un pastore… per proteggere i lupi!

in Agricoltura|Animali|Biodiversità|Tecnologia e scienza
Adottare un pastore… per proteggere i lupi! ultima modifica: 2016-11-29T08:00:34+00:00 da Irene Messina
da

Negli ultimi vent’anni la presenza del lupo nelle Alpi si è intensificata. Dopo il boom economico degli anni 50 le vallate alpine sono state progressivamente abbandonate favorendo l’ampliamento delle foreste e il ripristino di habitat idonei alla specie.

lupo

È così che molti allevatori e pastori si trovano a dover affrontare il problema della predazione del bestiame che spesso compromette il loro lavoro. Seppur infatti il lupo tenda a preferire prede selvatiche, la predazione su animali domestici come caprini, ovini e bovini è possibile e non poco frequente. Alcune zone montane e forestali come l’ente Parco del Gran Paradiso indennizzano i danni provocati dal lupo agli animali zootecnici secondo un regolamento specifico, ma spesso anche queste sovvenzioni non bastano per combattere l’ostilità e il risentimento verso questi splendidi animali.

Per questo motivo Coldiretti Piemonte ha lanciato la campagna Ami i lupi? Adotta un pastore…!, un progetto innovativo e di condivisione che coniuga la tradizione ancestrale dell’allevamento alla pastorizia 2.0 dei giorni nostri.

ami-i-lupi-adotta-un-pastore-1024x1024

L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere, attraverso il crowfounding tramite una rete di sostenitori, i prodotti degli allevatori piemontesi e far conoscere il frutto del lavoro dei produttori che presidiano territori altrimenti lasciati all’incuria e che potrebbero essere danneggiati dai lupi.

Il progetto, lanciato sulla piattaforma Woop, ideata per supportare eccellenze agroalimentari italiane, ha il fine di dare un impulso all’economia della pastorizia e, in parallelo,  di mappare le malghe piemontesi, le realtà agricole di pastorizia montana che offrono prodotti d’alpeggio, le realtà ricettive di montagna e la presenza del lupo‎ in Piemonte. Per i sostenitori del progetto sono previste ricompense in termini di prodotti del territorio e soggiorni presso le zone montane individuate dall’iniziativa.

prodotti-territorioLa comunità e i sostenitori in primis,  avranno dunque modo di conoscere ancora meglio il mondo della pastorizia e il territorio montano, potranno assaggiare i prodotti dei pastori e vivere esperienze dirette sul territorio. Allo stesso tempo gli allevatori potranno crescere e promuoversi nonostante eventuali perdite di capi bestiame causate da qualche lupo affamato.

La strada per una convivenza serena tra uomini e lupi è possibile, fondamentali l’impegno, la collaborazione e la solidarietà comune perché uomo e animale si sentano liberi di vivere nel proprio territorio.

Il Natale si avvicina, perché non scegliere il crowfounding per questa iniziativa come regalo alternativo e solidale?

Adottare un pastore… per proteggere i lupi! ultima modifica: 2016-11-29T08:00:34+00:00 da Irene Messina
Tags:
Adottare un pastore… per proteggere i lupi! ultima modifica: 2016-11-29T08:00:34+00:00 da Irene Messina

Classe 1986, vive a Torino, metà Piemontese e metà Siciliana. Dopo un master sulla Comunicazione per la Sostenibilità Ambientale, si butta a capofitto in quelle che sono le sue passioni: ambiente, educazione e scrittura. Tutto comincia con la pubblicazione di un libro di favole a tema green che diffonde nelle scuole con uno spettacolo. Da lì, il passo è breve per diventare educatrice ambientale, in collaborazione con un’associazione che sviluppa percorsi di educazione alla sostenibilità e fattoria didattica. In costante ricerca di posti nuovi da scoprire, meglio se naturali e incontaminati, ha una vera ossessione per il viaggio che non le impedisce mai di trovare un momento per partire, zaino in spalla e taccuino in tasca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Agricoltura

Go to Top