foliage

Foliage: i magici colori dell’autunno. Dove ammirarli

in Natura|Viaggi
Foliage: i magici colori dell’autunno. Dove ammirarli ultima modifica: 2016-10-18T08:00:39+00:00 da Evelyn Baleani
da

La natura offre in ogni sua stagione visioni suggestive per chi ne sa apprezzare la bellezza e l’intensità. Ma forse l’autunno è il momento dell’anno in cui la Terra raggiunge il massimo del suo splendore artistico, grazie al fenomeno del foliage, che vede alcune specie di alberi mutare il colore delle proprie foglie, in una vera e propria esplosione cromatica di giallo, arancione, rosso e marrone. Sono numerosi i luoghi in cui poter godere di questo emozionante spettacolo. Conosciamone alcuni, a partire dall’Italia. Munitevi di zaino e macchina fotografica. Si parte!

In  Italia

Iniziamo dal Trentino, precisamente dal Lago di Tovel, in Val di Non, una delle perle del Parco Naturale Adamello – Brenta. Passeggiando nei sentieri in prossimità del bacino, oltre a poter contemplare i colori vibranti degli alberi, ci si può divertire andando alla ricerca delle impronte dell’orso bruno, re del Parco. A coronare l’esperienza, si aggiunge l’opportunità di perdere lo sguardo sulle acque cristalline di quello che è uno dei laghi alpini più conosciuti, per la colorazione rossa che anni fa assumeva grazie alle presenza di una particolare alga, la Tovellia sanguinea. Un fenomeno che, purtroppo, ora è scomparso. Rimane comunque intatto il fascino dello scenario che circonda il bacino, rendendolo una delle mete predilette di chi ama immergersi nella natura.

Foliage sul Lago di Tovel
Foliage sul Lago di Tovel – © Stefano Mazzucchelli

Luogo altrettanto indicato per godere della bellezza del foliage, in Trentino, è il Parco Naturale Paneveggio – Pale di San Martino. L’omonima foresta è nota anche con il nome di “Foresta dei violini”, per la qualità di risonanza del legno dei suoi abeti, che venivano utilizzati dai liutai di un tempo. Si narra che persino Stradivari in persona avesse l’abitudine di aggirarsi nella foresta di Paneveggio per cercare gli alberi più adatti alla costruzione dei suoi violini. La visita al Parco può essere una buona occasione per conoscere le vicine Pale di San Martino, uno dei più affascinanti gruppi dolomitici nonché il più esteso, e il massiccio del Lagorai.

La grande varietà di specie arboree rende anche la Valle d’Aosta e il Piemonte mete imperdibili per il foliage. Tra le località più indicate, va innanzitutto citato il Parco Nazionale del Gran Paradiso, il più antico Parco nazionale italiano, ubicato proprio a cavallo tra Valle d’Aosta e Piemonte. Scenario per eccellenza dello spettacolo autunnale all’interno del Parco, è la Valle di Cogne: dalla località di Cogne partono sentieri da percorrere a piedi o in bici, che permettono di contemplare cromatismi mozzafiato.

Scendendo nelle pianure del nord, non vanno dimenticati nemmeno i parchi cittadini o che si estendono nelle aree urbanizzate. Persino in questi luoghi metropolitani, spesso protetti, la natura, tra ottobre e novembre, dona ai suoi visitatori spettacoli unici nel loro genere. Alcuni esempi? In Piemonte, il torinese Parco del Valentino, sito lungo le rive del Po. In Lombardia, il Parco Regionale delle Groane o i più urbani Parco di Monza e Parco Sempione, a Milano.

Foliage al Parco di Monza
Foliage al Parco di Monza

Ma tra montagna, collina e pianura, tutte le regioni italiane, in realtà, in autunno, sono protagoniste del foliage. Muovendosi lungo lo stivale, per citare solo pochi esempi nella vastità naturalistica della Penisola, possiamo pensare alle Foreste casentinesi, sulle pendici dell’Appennino tosco-romagnolo, al Parco Nazionale dei Monti Sibillini, tra Marche e Umbria, al Parco Nazionale della Sila, in Calabria, fino a giungere in Sicilia con il Parco Naturale dell’Etna, che oltre al meraviglioso scenario di boschi gialli permette di ammirare straordinarie montagne laviche e il mare in lontananza.

La nostra Italia, insomma, dà del suo meglio in questo periodo dell’anno. E l’estero, invece?

All’estero

Restando in Europa, vanno ricordate le colline della Valle del Reno e il Großer Ahornboden austriaco, un vasto bosco di aceri che tinge di rosso la regione intorno a Innsbruck. Volando oltre oceano, nella “Top 10” per il Foliage non manca mai la Door County, nel Wisconsin (Stati Uniti), considerata una delle tappe autunnali più suggestive al mondo. Imperdibili sono poi le distese multicolore della Cabot Trail, famosa strada panoramica del Canada. Anche il Giappone, noto a tutti per le sue fioriture primaverili, è altrettanto caratteristico nei mesi autunnali, in luoghi come Kyoto, con i suoi aceri dalle tinte mutevoli.

Autunno in Giappone
Autunno in Giappone

L’elenco potrebbe proseguire a lungo. Per ora ci fermiamo qui, felici del fatto che come ogni anno l’autunno ci stia regalando panorami indimenticabili per i quali, come sempre, dobbiamo ringraziare Madre Natura.

Foliage: i magici colori dell’autunno. Dove ammirarli ultima modifica: 2016-10-18T08:00:39+00:00 da Evelyn Baleani
Tags:
Foliage: i magici colori dell’autunno. Dove ammirarli ultima modifica: 2016-10-18T08:00:39+00:00 da Evelyn Baleani

Web Content Editor freelance e Giornalista pubblicista. Si occupa di contenuti per i media (TV e Web) dal 2000. Dopo aver lavorato per alcuni anni in redazioni di società di produzione televisiva e Web Agency, ha deciso di spiccare il volo con un’attività tutta sua. Le sue più grandi passioni oltre l'ambiente? Il Web, la scrittura e la Spagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Natura

Go to Top