greeneria-panoramica-ingresso

Green is the new black: Greeneria, un progetto di green economy totale

in Abitare|Clima|Energia|Mobilità
Green is the new black: Greeneria, un progetto di green economy totale ultima modifica: 2016-09-29T08:00:50+00:00 da Alessandra Cavone
da

Si chiama GREENERIA, un misto tra inglese e italiano che rivela lo spirito internazionale e locale che la caratterizza. Non si tratta solamente di un edificio in bioedilizia ad alta efficienza energetica, non è soltanto una struttura ricettiva per l’ecoturismo, non è unicamente sede di uffici che progettano sostenibilità. Non è nemmeno solo la casa del suo ideatore, ma è un progetto di green economy integrata in cui ambiente, economia e salute sono le tre “facciate” dello stesso edificio.

greeneria-verde

Si trova a Guarene, nelle colline tra le Langhe e il Roero, e nasce dalla visione di un imprenditore che ha fatto della sostenibilità una condotta di vita e di lavoro: Andrea Gandiglio, amministratore unico di Greengrass Srl e fondatore del network Greengooo!: “La sede aziendale è il miglior strumento di comunicazione che si possa avere. Io ho deciso di farne il mio biglietto da visita e trasferire la mia famiglia e l’attività professionale in una casa-bottega di nuova (ma antichissima) concezione, che rispecchiasse i canoni della bioedilizia in ogni dettaglio, dalle pitture murali 100% naturali all’arredamento di ecodesign”.

Non solo. L’approvvigionamento energetico è tutto da fonti rinnovabili,  il verde intorno è fatto di essenze prevalentemente autoctone, a bassa manutenzione e irrigazione, mentre i lavori di ripristino della collina precedentemente sbancata sono stati eseguiti con tecniche di ingegneria naturalistica, per favorire il rinverdimento e la creazione di un “bosco verticale”. Un approccio sistemico che è valso il riconoscimento di primo caso studio nazionale “GBC Historic Building”, il protocollo per il recupero sostenibile di edifici storici del Green Building Council Italia di Rovereto (TN). L’associazione assegna, nel nostro paese, le certificazioni LEED (Leadership in Energy and Environmental Design).

targa-caso-studio-gbc-historic-building

Uno sguardo attento è dedicato anche alla mobilità alternativa, con l’installazione della prima colonnina di ricarica universale per auto elettriche delle Langhe-Roero, in collaborazione con la società milanese Evway, e della prima colonnina di Guarene per biciclette e scooter elettrici, grazie all’accordo con Bici in Langa. Scommessa vincente, visto che durante la cerimonia di inaugurazione, lo scorso 24 settembre, due turisti svizzeri sono arrivati, grazie all’App, in cerca di ricarica per la loro Tesla elettrica! E come se non bastasse, entrambe le colonnine sono alimentate con la fornitura da fonte 100% rinnovabile certificata da Dolomiti Energia.

evway-ricarica-elettrica

bici-in-langa

Ma GREENERIA non è solo il nome di un edificio green, è un format spiega Gandiglio che sarà declinato in diversi rami di attività nei prossimi anni. Già a luglio abbiamo lanciato la formula di ricettivitàLetto con Caffè’, per far toccare con mano ai nostri ospiti e clienti i benefici di vivere e lavorare in ambienti sani e confortevoli, ristrutturati con materiali naturali privi di emissioni nocive e allestiti con pezzi di arredamento e complementi degli ecodesigner e produttori che aderiscono alla nostra Associazione Greencommerce (www.greencommerce.it). Tutti questi prodotti di eccellenza qualitativa e ambientale da novembre saranno disponibili per l’acquisto online sul nuovo e-commerce www.greeneria.it, dal quale sarà anche possibile prenotare i pernottamenti nei B&B (oggi attivi già su Booking, Expedia e Airbnb)”.

Il passo successivo, nel 2017 – prosegue Gandiglio – sarà aprire un primo punto vendita fisico con somministrazione (‘Showroom con Caffè’), nel territorio tra Torino e le Langhe, in collaborazione con alcuni dei 100 produttori già mappati e selezionati, dando la possibilità di replicare il modello in franchising, in altre zone d’Italia. Sarà una showroom ispirata alle vecchie drogherie di paese, dove convivevano in una stupenda commistione i prodotti dei settori merceologici più diversi, dal vino alle scarpe ai giornali…”.

Ci auguriamo che quello di Andrea non sia il caso isolato di un imprenditore appassionato e forse un po’ avanti coi tempi, ma che sia uno stimolo concreto per altri cittadini a fare come lui: per le istituzioni a incentivare comportamenti virtuosi analoghi, e per le aziende e gli artigiani (che già hanno contribuito a questo progetto mettendoci le loro competenze) a continuare fiduciosi in questa direzione.
bici-in-langa-e-tole

[Ph. Credit: Alessandra Cavone]

Green is the new black: Greeneria, un progetto di green economy totale ultima modifica: 2016-09-29T08:00:50+00:00 da Alessandra Cavone
Tags:
Green is the new black: Greeneria, un progetto di green economy totale ultima modifica: 2016-09-29T08:00:50+00:00 da Alessandra Cavone

Ha fatto della sua passione per l'ambiente un lavoro. E' consulente per enti pubblici e aziende che aiuta nella riduzione dell'impatto ambientale e nelle strategie di sostenibilità. Lotta ogni giorno per il risveglio degli "uomini pigri" armata di piccoli gesti gentili. La potete incrociare per le strade dritte di Torino in sella alla sua bici verde a caccia di storie da raccontare, se non sta viaggiando o ballando...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Abitare

Go to Top