Minestra di Salvia dei prati

Cuciniamo con le erbe spontanee: Minestra di salvia dei prati

in Ricette
Cuciniamo con le erbe spontanee: Minestra di salvia dei prati ultima modifica: 2016-05-14T08:30:20+00:00 da Sara Panarella
da

Primavera, tempo di rinascita… anche sotto la pioggia. Con questo clima una bella minestra fumante fa piacere, riscalda il corpo e rasserena la mente. Da questo inverno aspettavo la Salvia dei prati. Me ne aveva parlato una signora conosciuta in un parco cittadino, la Tesoriera di Torino. I nostri cani avevano iniziato a giocare insieme e noi ci siamo ritrovate a chiacchierare. Quattro figli io, quattro figli lei, la simpatia è nata subito. Purtroppo il parco non era quello che frequento abitualmente e non ci siamo più incontrate. Non so dire quindi se la ricetta che propongo corrisponda alla sua. Però è semplice, buona e personalizzabile in base ai propri gusti.

L’unica accortezza è di raccogliere le foglie prima della fioritura per evitare che diventino troppo dure.

Salvia dei prati. Foto: parcocurone.it
Salvia dei prati. Foto: parcocurone.it

Ingredienti:

un mazzetto di salvia dei prati

due patate

mezza cipolla

una carota

acqua

sale quanto basta

due cucchiai di panna di avena

Lavare accuratamente la Salvia dei prati e farla sbollentare qualche minuto mettendola in pentola quando l’acqua è già bollente. Nel frattempo far soffriggere la cipolla e le patate tagliate a cubetti. Una volta rosolate aggiungere la salvia sbollentata, tagliata grossolanamente e l’acqua fino a coprire. Far bollire mezz’oretta e salare. Spegnere il fuoco e frullare il tutto. Io ho aggiunto della panna vegetale, a me piace molto quella di avena.

Buon appetito!

Cuciniamo con le erbe spontanee: Minestra di salvia dei prati ultima modifica: 2016-05-14T08:30:20+00:00 da Sara Panarella
Tags:
Cuciniamo con le erbe spontanee: Minestra di salvia dei prati ultima modifica: 2016-05-14T08:30:20+00:00 da Sara Panarella

Vive a Torino, bibliotecaria. Si laurea in Filosofia interessandosi di bambini e multiculturalità e si avvicina alla psicoanalisi e alla cura del pensiero. Ha poi quattro bimbi e un cane che insieme a tanta effervescenza aggiungono interessi nuovi, maggior attenzione per l’ambiente e gli antichi mestieri e saperi, lavorazione dell’argilla, uncinetto, raccolta e utilizzo delle erbe. Una moderna “Strega in famiglia”!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Ricette

Go to Top