treno letterario 1

Treno letterario 2016: un viaggio storico-culturale nella campagna Toscana

in Libri|Mobilità|Muoversi|Viaggi
Treno letterario 2016: un viaggio storico-culturale nella campagna Toscana ultima modifica: 2016-03-23T08:00:17+00:00 da Valeria Rocca
da

Viaggiare su antiche tratte ferroviarie a lungo dimenticate, riscoprendo la storia, la letteratura e i paesaggi dei luoghi che si attraversano: è questo l’intento del Treno letterario 2016, iniziativa sostenuta dalla Regione Toscana e dai comuni di Volterra e Cecina con la collaborazione di Toscana Libri.

treno letterario

Sui binari della Cecina-Saline di Volterra i partecipanti andranno alla scoperta delle antiche origini etrusche e romane della regione, e dei luoghi di Carlo Cassola, che visse molto in Toscana e vi ambientò alcuni suoi libri. L’intento è quello di coinvolgere il viaggiatore in un percorso storico letterario attraverso la visita a siti archeologici e luoghi di importanza storico-letteraria, ma anche in un viaggio nella campagna toscana riscoprendo questo vecchio percorso ferrotranviario.

treno letterario

“Abbiamo scelto di valorizzare il treno e farlo diventare una ‘leva’ culturale. La Regione Toscana ha riattivato alcune linee ferroviarie poco utilizzate nel quotidiano, ma di grande valore storico-culturale e sociale e lo ha fatto con il preciso intento di renderle uno strumento di valorizzazione e promozione delle risorse locali. La Cecina-Saline collega due luoghi di grande bellezza e ricchi di spunti per riflessioni storiche o letterarie oltre a esser stata essa stessa protagonista di un’opera di Cassola, Ferrovia locale ha dichiarato Vincenzo Ceccarelli, assessore regionale ai trasporti e infrastrutture della Regione Toscana al Touring Club Italiano.

treno letterario

Una scelta, quindi, che promuove il turismo sostenibile e responsabile, che valorizza il territorio e le sue risorse meno note, ma non per questo meno interessanti. Un progetto che invita alla mobilità sostenibile proponendo il treno come mezzo di trasporto per scoprire il territorio che ci circonda ma, ancora più importante,  rimettendo in funzione binari dimenticati, azzerando così l’impatto ambientale e le emissioni di Co2.

Se avete voglia di una breve vacanza il prossimo appuntamento è per il 3 aprile e sarà dedicato alla scoperta dell’antica civiltà etrusca. Sarà possibile visitare il Museo Guarnacci di Volterra e verrà presentato il libro “La musica perduta degli etruschi” (Edizioni Effigi) di Stefano Cocco Cantini e Simona Rafanelli.

Per maggiori informazioni e per il programma completo del Treno letterario 2016 cliccate qui.

Scoprire la Toscana meno nota potrebbe rivelarsi un’esperienza sorprendente e interessante, che arricchirà il vostro bagaglio culturale e il territorio che vi circonda.

Treno letterario 2016: un viaggio storico-culturale nella campagna Toscana ultima modifica: 2016-03-23T08:00:17+00:00 da Valeria Rocca
Tags:
Treno letterario 2016: un viaggio storico-culturale nella campagna Toscana ultima modifica: 2016-03-23T08:00:17+00:00 da Valeria Rocca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Libri

Go to Top