L'ambiente è di casa

j_46835_01

E’ il Mese della Mobilità Dolce, rivalorizzare il passato per mantenerlo presente

in Mobilità|News
E’ il Mese della Mobilità Dolce, rivalorizzare il passato per mantenerlo presente ultima modifica: 2016-03-03T08:00:58+00:00 da Stefano Angiolillo
da

E’ giunto alla sua IX edizione il Mese della Mobilità Dolce, l’iniziativa promossa da Co.Mo.Do. (Confederazione per la Mobilità Dolce) intesa a far riscoprire alle persone le tratte ferroviarie storiche che, in molti casi, sono ormai in decadenza perché abbandonate.

j_46835_01

Ma che cosa vuol dire mobilità dolce? Mobilità dolce significa spostarsi utilizzando soluzioni eco-sostenibili a vantaggio dell’ambiente quali la bicicletta, il camminare, la fruizione di veicoli elettrici e, per i piu’ nostalgici, l’andare a cavallo!

Dal 6 marzo al 6 aprile 2016 sono molte le iniziative sparse in  tutta Italia dedicate a questo importante evento culturale ed ambientalista. Il primo giorno verrà inaugurato con un viaggio in treno lungo la tratta Sulmona-Carpinone, organizzato dalla Fondazione FS e dall’Associazione LeRotaie Molise, la quale continuerà a proporre viaggi storici durante tutti i giorni della manifestazione. Il calendario è ricco di eventi e, sfogliandolo, è possibile informarsi su tutte le attività proposte regione per regione. I chilometri di ferrovie dismesse o poco utilizzate in Italia sono oltre 6000 e possono tornare a vivere grazie alle rievocazioni storiche, i progetti e i dibattiti programmati in questo speciale mese a loro dedicato. L’obiettivo prefissato è quello di fare in modo che queste importanti vie di comunicazione tornino ad essere viste come parte integrante e culturale del territorio e non solo come testimonianze di tempi passati ormai obsolete.

In concomitanza con il Mese della Mobilità Dolce è inoltre ripartito il Treno Verde di Legambiente per sensibilizzare sui temi dell’inquinamento atmosferico e acustico, della mobilità a basso impatto ambientale e della rigenerazione urbana con le Smart Cities. Il treno è partito il 26 febbraio da Novara e, fino al 9 di aprile,  viaggerà per tutto lo stivale fino a giungere a Cosenza, tappa finale del suo percorso.

073b1565f4f633da3d6b91a602a9382b

Scopo del suo tour è quello di raccontare delle esperienze virtuose anti-smog messe in atto dai comuni piu’ virtuosi e lungimiranti che hanno scommesso sulla rigenerazione urbana, sul verde urbano, sull’efficienza energetica e sulla mobilità sostenibile. Esempi brillanti di questa intelligente politica sono, per citarne solo alcune, la città di Pesaro con la sua bicipolitana (comprensiva di 78 km di piste ciclabili e 11 percorsi pedonali) e la città di Potenza con la sua green station, una volta stazione abbandonata e oggi riqualificata come luogo di incontro e partecipazione sociale.

A Torino, il Museo A come Ambiente sarà partner didattico dell’evento sostenendo con entusiasmo l’iniziativa della campagna. Sono inoltre molteplici i casi di vecchie ferrovie smantellate a favore di nuove aree verdi o di piste ciclabili in modo da tornare ad essere motivo di transito e di viaggio per il popolo della mobilità leggera ed ecocompatibile.

giornata-nazionale-ferrovie-dimenticate

Il viaggio sul treno vuole essere anche occasione di incontro per riflessioni ed approfondimenti sull’economia civile, le smart cities e la riconversione di aree urbane ad eco-quartieri. Tutto attraverso la partecipazione attiva dei cittadini, sempre piu’ presenti ed attenti ai servizi e ad un tipo di trasporto pubblico e ciclopedonale sicuro ed efficiente.

Gli eco-quartieri rappresentano un modello sempre piu’ forte di sviluppo di città futura, e non è stato certamente casuale che la scelta di alcune tappe toccate dal Treno Verde sia caduta su Comuni come le già citate Pesaro e Potenza. Di pari passo e in maniera imprescindibile ‘viaggia’ lo sviluppo di una mobilità nuova, sempre più dolce, magari più lenta, ma che ci porta inevitabilmente a riconsiderare noi stessi come i semplici ospiti di un territorio.

E’ il Mese della Mobilità Dolce, rivalorizzare il passato per mantenerlo presente ultima modifica: 2016-03-03T08:00:58+00:00 da Stefano Angiolillo
Tags:
E’ il Mese della Mobilità Dolce, rivalorizzare il passato per mantenerlo presente ultima modifica: 2016-03-03T08:00:58+00:00 da Stefano Angiolillo

Classe 1985, da sempre appassionato di fotografia amatoriale e di tematiche ambientali e naturalistiche approda, dopo diverse esperienze lavorative e di volontariato in differenti campi, alla redazione di eHabitat nel dicembre del 2015. Specializzato come 'tecnico superiore per l'organizzazione e il marketing del turismo sostenibile e accessibile', si augura di contribuire, anche solo in minima parte, alla divulgazione degli interessanti quanto importanti temi inerenti all'ambiente e alla sua difesa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Mobilità

Go to Top