CinemAmbiente 19 torna a giugno e apre le iscrizioni

in Cinema
CinemAmbiente 19 torna a giugno e apre le iscrizioni ultima modifica: 2016-02-29T08:00:48+00:00 da eleonora anello
da

Dal 31 maggio al 5 giugno 2016. Per la sua 19esima edizione, CinemAmbiente torna agli sgoccioli della primavera nella sua location di sempre: Torino. A pochi mesi dalla chiusura della sua precedente edizione, la macchina organizzativa del Festival si rimette in moto per preparare una nuova edizione, a detta dello stesso Festival «importante e piena di contenuti, anche per il dato ormai purtroppo inconfutabile dell’urgenza sempre più stringente dei temi ambientali».

cinemabiente 2015_bimbo

Un occhio all’ambiente, uno alle pellicole e poi mostre, workshop e molti eventi collaterali: si potrà assistere a quanto di meglio il cinema green ha da offrire a livello internazionale. Per partecipare è necessario inviare la propria opera cinematografica entro il 10 aprile 2016, a patto che sia stata realizzata a partire dal 1 gennaio 2015. Per ridurre le emissioni, l’invio può essere effettuato solo in forma digitale attraverso il sito del festival, dal quale è possibile accedere anche al regolamento.

Le sezioni competitive del festival saranno 3: Concorso Internazionale Documentari, Concorso Documentari Italiani e Concorso Internazionale One Hour, la sezione quest’ultima dedicata ai film che stanno al di sotto dell’ora. Sarà prevista anche una Sezione fuori concorso non competitiva.

ca18-inaugurazione-salaSerata di inaugurazione di CinemAmbiente 2015

Nell’attesa di conoscere altri dettagli, abbiamo chiesto a Gaetano Capizzi, direttore e fondatore del festival, di svelarci qualcosa di più.

«Dopo la parentesi del 2015 in cui il Festival ha aderito a Nutrire le Città, la 19esima edizione di CinemAmbiente torna alla sua collocazione temporale naturale. In questi giorni si stanno delineando le collaborazioni sempre più ampie sia a livello locale che internazionale. In programma ci sono film importanti e anteprime. A riprova del fatto che le grandi case di distribuzione scelgono CinemAmbiente per presentare i loro film migliori. Nonostante il periodo di tagli alla cultura, CinemAmbiente può contare su una rete di sostenitori sia pubblici che privati affezionati alla manifestazione, attenti alle tematiche ambientali, e che continuano a credere nel valore e nell’importanza del festival. Il Museo Nazionale del Cinema come sempre offre il suo prezioso supporto.

pubblicoincoda-humanPubblico in coda fuori dal Cinema Massimo per la proiezione di Human di Yann Arthus-Bertrand

Mi auguro che le istituzioni italiane, primo fra tutte il governo, investano e si impegnino seriamente in una politica a favore delle tematiche green e della sostenibilità ambientale, come i leader mondiali hanno stabilito a conclusione della COP 21. A Parigi i governi di tutto il mondo hanno finalmente e formalmente preso atto che esiste questo tipo di problematiche e hanno dichiarato che lavoreranno per limitarne gli effetti a difesa delle popolazioni e del pianeta. Riconosciuta l’importanza cruciale e i pericoli che derivano dai cambiamenti climatici in atto, è dunque il momento di puntare su un settore strategico come quello della cultura. Iniziative come CinemAmbiente vanno perciò sostenute proprio per la loro valenza educativa e perché hanno la capacità di arrivare in modo diretto alla coscienza delle persone».

Al momento non si sa altro, tutto è in fase di organizzazione. Nell’attesa di altre novità e indiscrezioni su film, ospiti ed eventi collaterali del festival, rivediamo i momenti salienti della scorsa edizione in questo bellissimo video.

 

CinemAmbiente 19 torna a giugno e apre le iscrizioni ultima modifica: 2016-02-29T08:00:48+00:00 da eleonora anello
Tags:
CinemAmbiente 19 torna a giugno e apre le iscrizioni ultima modifica: 2016-02-29T08:00:48+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cinema

Go to Top