Strawberry Poison Dart Frog (Dendrobates pumilio) group showing color variation from different islands of Bocas del Toro, Panama

Difendiamo la biodiversità: presto sarà legge!

in Biodiversità|Educazione|Natura|News
Difendiamo la biodiversità: presto sarà legge! ultima modifica: 2015-11-11T08:00:00+00:00 da Redazione eHabitat.it
da

Dopo il via libera ottenuto dalla Camera nel 2014, anche il Senato, a fine ottobre,  ha approvato il disegno di legge sulle “Disposizioni per la tutela e la valorizzazione della Biodiversità agraria e alimentare”. Il testo, è ora in discussione alla Camera per l’approvazione definitiva, una tappa importante nella creazione di una legge che tuteli e valorizzi la biodiversità del nostro paese. È questione di settimane, se non di giorni, e presto sapremo se, in Italia, la tutela della biodiversità sarà legge!

Come ormai sappiamo da tempo, infatti, la biodiversità è la nostra garanzia di futuro, ma è anche tremendamente in pericolo. Solo poco tempo fa, la Commissione Europea ha pubblicato il rapporto di medio termine sul monitoraggio della biodiversità in Europa e ha delineato una situazione a dir poco preoccupante: il 77% degli habitat europei è in crisi e il 56% delle specie è a rischio di estinzione. Negli ultimi quattro anni, nonostante l’impegno degli Stati Membri, non ci sono stati miglioramenti nello stato della biodiversità degli habitat collegati all’agricoltura e non sono stati fatti progressi per raggiungere gli obiettivi fissati per il 2020.

È necessario, e pare ovvio, fare qualcosa e il Parlamento italiano sembra essersene accorto. Il provvedimento in discussione istituisce un sistema nazionale di tutela e valorizzazione dell’agricoltura sostenibile, nel tentativo di mettere in atto un approccio sistematico che coinvolga tutti i passaggi della filiera, dalla ricerca, alla conservazione, alla distribuzione. Passando anche dalla lotta ai cambiamenti climatici, presto su tutte le prime pagine dei giornali. Tra gli strumenti un’Anagrafe ufficiale delle risorse, una Rete nazionale che svolga ogni attività diretta a preservare le risorse genetiche locali dal rischio di estinzione o di erosione genetica, un Portale nazionale che crei una banca dati e permetta di diffonderli, monitorando il loro stato di conservazione, e un Comitato permanente che garantisca il coordinamento delle attività.

biodiversita-zucca

«Questa norma – ha spiegato soddisfatta Susanna Cenni, deputata PD e prima firmataria della proposta – è un impegno serio che il nostro Paese si assume nei confronti di tanti agricoltori che con fatica hanno investito nella ricerca e nel recupero di varietà antiche o a rischio di scomparsa, raccogliendo anche uno dei principali obiettivi di Expo: fermare la perdita di biodiversità e investire su quella ricchezza rappresentata da varietà e razze locali e su quel patrimonio di conoscenze, memoria e pratiche sostenibili».

L’approccio del disegno di legge è a 360 gradi, dalla tutela delle risorse all’educazione e alla sostenibilità ambientale. La tutela e la valorizzazione passano anche attraverso la tutela del territorio rurale, contribuendo a limitare fenomeni di spopolamento e preservare il territorio da fenomeno di inquinamento genetico e di perdita del patrimonio genetico.

Beautes

Le Regioni, in realtà, in passato non sono rimaste a guardare. Osservatori per la biodiversità sono attivi più o meno su tutti i territori e, con l’aiuto di questa legge, potranno censire i dati raccolti a livello nazionale, dando vita a veri e propri progetti e attività tese allo sviluppo di sistemi sementieri informali a livello territoriale, al recupero delle risorse genetiche vegetali locali e allo svolgimento di attività di prevenzione e di gestione del territorio necessarie al raggiungimento degli obiettivi di conservazione della biodiversità agraria e alimentare. Il tutto, senza dimenticare progetti tesi alla trasmissione delle conoscenze acquisite in materia di biodiversità agraria e alimentare per gli agricoltori, gli studenti e i consumatori, attraverso adeguate attività di formazione e iniziative culturali.

In particolare, il testo riconosce la figura degli agricoltori e degli allevatori come figure chiave della tutela delle risorse, dell’educazione e della sostenibilità ambientale, promuovendo comunità del cibo, tradizioni e sistemi economici locali che senza azioni di questo tipo rischiano di perdersi per sempre.

 

Difendiamo la biodiversità: presto sarà legge! ultima modifica: 2015-11-11T08:00:00+00:00 da Redazione eHabitat.it
Tags:
Difendiamo la biodiversità: presto sarà legge! ultima modifica: 2015-11-11T08:00:00+00:00 da Redazione eHabitat.it

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Biodiversità

Go to Top