treno per cani

Un treno per salvare i cani randagi

in Animali|News
Un treno per salvare i cani randagi ultima modifica: 2015-09-30T08:00:05+00:00 da Claudia Gaggiottino
da

Eugene Bostick, un ottantenne di Fort Worth, Texas, è felicemente in pensione e ha deciso di vivere i suoi anni d’oro in un modo davvero singolare: guidando un treno per cani.

Viviamo in una strada senza uscita, dove io e mio fratello abbiamo una scuderia“, ha dichiarato Bostick a Il Dodo. “La gente a volte viene da me “scarica” i cani qui fuori, lasciandoli morire di fame. Così, abbiamo iniziato a nutrirli, farli entrare, portarli dal veterinario per farli sterilizzare e castrare. Abbiamo anche creato un luogo per loro dove possono stare.

Nel corso degli anni i cani hanno continuato ad aumentare e Eugene non si preoccupa “solo” della loro salute e sicurezza, ma ha trovato anche un modo per divertirsi con loro e renderli felici.

treno per salvare cani

I cani salvati da Eugene hanno molto spazio per correre nella fattoria di Bostick, ma il pensionato ha pensato che sarebbe stato bello poterli portare a fare delle gite ed esplorare i boschi nei dintorni. Ma come fare a portare a spasso così tanti cani tutti insieme?

Un giorno ero fuori e ho visto un ragazzo con un trattore cui aveva attaccato dei carretti per portare delle pietre. Allora ho pensato: questo sistema può funzionare per creare un treno per cani,” ha detto Bostick. Sono un buon saldatore, così ho preso dei barili di plastica con fori tagliati, ho messo le ruote e li ho legati insieme. Così è nato il primo treno per cani!”

Una o due volte a settimana si può vedere il piccolo treno con a bordo Bostick e i nove cani che attualmente sono sotto la sua cura passare lungo le strade tranquille in città, attraverso il bosco vicino alla loro casa o fermi davanti a un torrente a prendere una boccata d’aria fresca.

Ogni volta che mi sentono agganciare il trattore ai carretti, i cani esaltati corrono uno dietro l’altro e saltano a bordo. Sono pronti per partire”.

train

Il treno per cani ha riscosso una discreta attenzione tra i locali, che ogni tanto si fermano per chiedere se possono farsi una foto vicino a Eugene e i suoi cani, ma per il signor Bostick si tratta di portare un po’ di gioia a una manciata di cani che ne hanno passate tante, prima di ritrovare la gioia a bordo del suo treno.

Ora ho una certa età, ho ottant’anni, quindi suppongo che non potrà durare a lungo, ma andrò avanti il più a lungo possibile, i cani si divertono molto!”.

[Fonte: The Dodo]

Un treno per salvare i cani randagi ultima modifica: 2015-09-30T08:00:05+00:00 da Claudia Gaggiottino
Tags:
Un treno per salvare i cani randagi ultima modifica: 2015-09-30T08:00:05+00:00 da Claudia Gaggiottino

Laureata in Comunicazione per le Istituzioni e le Imprese, vive a Torino ma si sente cittadina del mondo e, per questo,è sempre con lo zaino pronto e il passaporto in mano. Ambientalista convinta agisce nel locale per diffondere un’educazione ambientale globale. Consapevole del grande potere dei mezzi di comunicazione, è diventata giornalista per avere la possibilità di trasmettere i valori legati al rispetto dell’ambiente e condividere buone pratiche quotidiane, che possano aiutare ad alleggerire lo zaino ecologico di ognuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top