bacchette cinesi colorate

E se ci portassimo le bacchette da casa?

in Decrescita|Rifiuti
E se ci portassimo le bacchette da casa? ultima modifica: 2015-09-29T08:00:25+00:00 da Federica Gemma
da

Tutti noi siamo stati almeno una volta in un ristorante cinese o giapponese, tutti abbiamo sfoderato dalla guaina in carta le nuovissime bacchette in legno da aprire e cercare di utilizzare senza farci cadere addosso pezzi di alga fritta o altro sulla camicia.

La tendenza, in Italia, di consumare pasti presso questo tipo di ristoranti etnici è in aumento: in tutte le grandi città fioriscono ristoranti “All you can eat” (mangia quanto vuoi) a prezzo fisso, con menù dal crudo al cotto e le onnipresenti bacchette a libero servizio. Io stessa, facendomi consegnare a volte cibo a domicilio, ne ho un discreto quantitativo nel cassetto delle posate.

bacchette di legno

Eppure le bacchette sono in legno, quasi sempre buttate dopo il primo e unico utilizzo, sempre confezionate singolarmente. I costi ambientali iniziano, anche per un oggetto così piccolo, a farsi significativi.

La Cina per ovviare all’ “inconveniente” ambientale ha emesso nel 2006 una tassa sull’esportazione delle bacchette, volta a compensare la deforestazione di pioppi, bambù e betulle utilizzati per la produzione dei bastoncini.

chopstick

I numeri della produzione delle bacchette sono impressionanti: 45 miliardi di paia, di cui 6 tonnellate usate per l’esportazione nel 2006, mentre nel 2013 i numeri sono quasi raddoppiati arrivando a 80 miliardi di bacchette e 10 utilizzati per il mercato estero (dati 2006 La Repubblica, dati 2013 The Guardian).

La misura della tassa governativa dunque non ha ottenuto i risultati sperati, mentre le associazioni ambientaliste cinesi chiedono chiarezza sui processi di trattamento per la produzione, l’esportazione continua a progredire.

industria bacchette

Bo Guangxin, dirigente del Jilin Forestry Industry Group, aveva proposto pubblicamente una soluzione pratica: “Dobbiamo cambiare le nostre abitudini e incoraggiare le persone a portarsi da casa le nostre bacchette”

bacchette personalizzate

Consiglio che possiamo cercare, nel nostro piccolo, di applicare anche noi. Si avvicina il periodo delle festività a grandi passi, perché non pensare di regalare un paio di bacchette, magari decorate o personalizzate all’amico appassionato di cucina orientale?

E se ci portassimo le bacchette da casa? ultima modifica: 2015-09-29T08:00:25+00:00 da Federica Gemma
Tags:
E se ci portassimo le bacchette da casa? ultima modifica: 2015-09-29T08:00:25+00:00 da Federica Gemma

Laureata in Scienze della comunicazione, con una specializzazione in sociologia ambientale, è curiosa di tutto e tutti. Tiene corsi, legge, scrive, comunica. Adora la cucina e vivere in modo sostenibile. Il suo motto è: "Ogni posto è buono per fare la raccolta differenziata, non ci sono scuse"

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Decrescita

Go to Top