doccia+esterno

Quando la doccia ti controlla e ti educa al risparmio idrico

in Abitare|Educazione|Energia|Fai da te|Natura|Tecnologia e scienza
Quando la doccia ti controlla e ti educa al risparmio idrico ultima modifica: 2015-07-29T08:30:42+00:00 da Valentina Tibaldi
da

Flegetonte, Caronte e chi più ne ha più ne metta. Complici le ormai famigerate ondate di caldo africano che ci sottraggono sonno, energie e buoni propositi green, resistere a lunghe e ripetute docce gelate è un’impresa. Eppure, il nostro saggio grillo parlante interiore ci ricorda che una doccia di soli dieci minuti comporta un dispendio di acqua che si aggira intono ai 150 litri: insostenibile, servono alternative.

doccia

E se proprio le docce venissero incontro alle nostre vacillanti coscienze per ricordarci l’importanza di preservare, anche e soprattutto d’estate, un bene prezioso e insostituibile come l’acqua, fino a cacciarci letteralmente fuori dalla cabina? Gli esempi sono numerosi e variegati, lasciamoci ispirare.

Le eco-tecnologie

Molti professionisti e aziende negli ultimi anni si sono impegnati nella messa a punto di dispositivi in grado di monitorare, segnalare e arginare il consumo idrico. Ecco, secondo noi, le 5 tecnologie più curiose:

  • Orbital Systems è realizzata a partire dalle tecnologie utilizzate sulle astronavi e consente di riciclare l’acqua mentre ci si lava, impiegandone il 90% in meno e permettendo di risparmiare fino all’80% dell’energia normalmente necessaria.
  • Sullo stesso principio si basa la Eco Shower, che però possiede un sistema di filtraggio che chiede aiuto alla natura. Raccoglie infatti l’acqua utilizzata in un recipiente pieno di sabbia e piante acquatiche: la sabbia funge da filtro per le sostanze inquinanti, mentre le radici dei giunchi depurano nuovamente l’acqua per poi rilasciarla e rimandarla in circolo.eco-shower
  • Fog Shower, invece, ha un getto a goccia che in cinque minuti consuma solo due litri d’acqua ed è dotata di un sensore che segue i movimenti del corpo, individuando le parti che necessitano di una maggiore quantità d’acqua.
  • Il dispositivo Waterpebble è capace di calcolare l’acqua utilizzata. Sulla base delle informazioni reperite da una prima doccia registrata indica, con una serie lampeggiante di punti luminosi simili a un semaforo, quando è il momento di accontentarsi e uscire.
  • Eco drop è un piatto doccia munito di alcune sporgenze che, a contatto con l’acqua e sotto il peso della persona, si espandono progressivamente fino a diventare fastidiosi per i piedi e a costringere chi si sta lavando ad abbandonare la doccia.

Tenda per la doccia educativa

risparmio idrico

Se non intendete prendere ordini dalla vostra doccia, ci penserà la tenda ad avvertirvi del tempo che passa sotto il getto d’acqua. Elisabeth Buecher, artista tessile ed educatrice, ha realizzato infatti “My Shower is a Green Warrior” (“la mia doccia è un guerriero verde”): si tratta di un’installazione che consiste in una tenda per la doccia munita di spine che, dopo quattro minuti sotto il getto, gonfia le sue punte rendendo impossibile la permanenza nella docciaUn espediente creativo e intelligente per creare  dibattito intorno ai temi del consumo idrico.

Docce-albero autocostruite

doccia albero per risparmio idrico

Non solo hi-tech, naturalmente. Non è un mistero che abbiamo un debole per l’autoproduzione, e allora come non citare esemplari di docce costruite artigianalmente con materiali di recupero e immerse nella natura? Bastano un albero, una cisterna, una gomma collegata a un soffione per avere un’affascinante doccia-albero home-made, che fornisce acqua sanitaria e copre il fabbisogno estivo di una famiglia di quattro persone.

cisterna doccia

100% ecologica, dato che l’acqua contenuta nella cisterna (rigorosamente di pozzo) è riscaldata dal sole e orientata al risparmio idrico, visto che la quantità limitata di acqua educa alla consapevolezza. “Non usiamo bagnoschiuma per non fare del male al povero albero” ci racconta Eleonora, meritevole e fortunata proprietaria della doccia. “Solo oli naturali, che fanno bene alla pelle, la nutrono e conservano l’abbronzatura”.

Docce a pedali

Si dice, infine, che esistano prototipi di docce-bici che consentano di risparmiare e riscaldare acqua pedalando: quale modo migliore, oltretutto, per fare movimento risolvendo il problema del caldo e del sudore? Tuttavia, non avendo trovato riscontri verificati né immagini a supporto, ci limitiamo a citarla e ad aggiungerla idealmente alla nostra wish-list di docce green ad alto tasso di risparmio idrico.

Quando la doccia ti controlla e ti educa al risparmio idrico ultima modifica: 2015-07-29T08:30:42+00:00 da Valentina Tibaldi
Tags:
Quando la doccia ti controlla e ti educa al risparmio idrico ultima modifica: 2015-07-29T08:30:42+00:00 da Valentina Tibaldi

Lettrice accanita e scrittrice compulsiva, trova in campo ambientale il giusto habitat per dare libero sfogo alla sua ingombrante vena idealista. Sulla carta è laureata in Lingue e specializzata in Comunicazione per la Sostenibilità, nella vita quotidiana è una rompiscatole universalmente riconosciuta in materia di buone pratiche ed etica ambientale. Ha un sogno nel cassetto e nella valigia, già pronta sull’uscio per ogni evenienza: vivere di scrittura guardando il mare.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Abitare

Go to Top