L'ambiente è di casa

La merenda perfetta? I ghiaccioli fatti in casa!

in Alimentazione|Fai da te|Genitori Green|Ricette
La merenda perfetta? I ghiaccioli fatti in casa! ultima modifica: 2015-07-03T08:00:20+00:00 da Elena Broggi
da

L’estate è decisamente arrivata e, complice la calura di questi giorni, l’alimento più richiesto e desiderato dai nostri bambini (ma diciamo la verità… anche da noi adulti) è un bel ghiacciolo fresco e colorato!

Sono un dessert sfizioso e una merenda golosa, facili da preparare e perfetti per essere realizzati coinvolgendo i nostri bambini in un divertente momento di condivisione. Certo, in commercio troviamo ghiaccioli ai gusti classici, spesso fatti con sciroppi e grandi quantità di zuccheri che trasformano anche questo piacere in qualcosa da dover limitare ad un consumo occasionale. L’alternativa è il fai da te: ghiaccioli fatti in casa con ingredienti freschi e sani!

Qualche idea per l’autoproduzione casalinga?
Innanzitutto è necessario munirsi degli appositi stampini così da poterli riutilizzare all’infinito senza produrre inutili rifiuti. Sono facilmente reperibili in tutte le catene di ipermercati o nei negozi di casalinghi e in commercio ne esistono di tantissimi tipi, dalle forme più classiche a quelle più bizzarre.

Poi libero sfogo alla fantasia per inventare ghiaccioli dai gusti insoliti o i grandi classici! Vediamo qualche esempio di ricetta facile da realizzare.

Il grande classico
–    450 ml di acqua
–    100 gr di zucchero
–    Succo di limone
In un pentolino portiamo ad ebollizione l’acqua con lo zucchero e lasciamo cuocere per 3 minuti fino ad ottenere uno sciroppo. Nel frattempo spremiamo un limone per ottenerne il succo e lo filtriamo con un colino. Aggiungiamo il succo allo sciroppo precedentemente preparato e versiamo il composto ottenuto negli stampini per ghiacciolo. Lasciamo riposare in frigo per almeno 3 ore.
E se vogliamo realizzare un ghiacciolo utilizzando un succo diverso? Basterà utilizzare una centrifuga e ottenere il succo dal frutto fresco che abbiamo scelto (pesca, arancia, ananas, ecc.) e sostituirlo al succo di limone di questa ricetta!

Il ghiacciolo – non – ghiacciolo
Vogliamo una merenda frasca e golosa ma alternativa al ghiacciolo classico? Ecco gli ingredienti per un dessert amato dai bambini, il ghiaccio-gelato fragola e banana:
–    2 vasetti di yogurt bianco senza zucchero (anche di soia)
–    2 banane
–    200 gr di fragole

Il procedimento è semplicissimo, sarà sufficiente frullare le fragole e le banane e aggiungere lo yogurt. Versiamo il composto negli stampini da ghiacciolo e lasciamo raffreddare per almeno 12 ore.

E per i grandi? Ecco due ricette dai gusti più particolari:

Ghiacciolo cremoso al caffè
–    200 gr di latte di riso
–    50 gr di panna vegetale
–    50 gr di sciroppo d’agave
–    2 cucchiai di caffè solubile
Facciamo appena riscaldare un pochino il latte di riso così da poterci sciogliere il caffè solubile. Aggiungiamo la panna e lo sciroppo d’agave e versiamo tutto negli stampini da ghiacciolo. Lasciamo riposare almeno 6 ore il freezer.

Ghiacciolo al the verde
–    250 ml di acqua
–    2 cucchiaini di foglie di thé verde
–    Dolcificante preferito (zucchero di canna, miele, sciroppo d’agave, ecc.)
–    Foglie di menta

Prepariamo il tè come d’abitudine e lo dolcifichiamo a piacere. Mettiamo in infusione delle foglie di menta così da rendere ancora più fresco il gusto finale del ghiacciolo e lasciamo raffreddare. Trasferiamo negli stampini e lasciamo in freezer per almeno un paio d’ore.

Queste sono solo alcune delle infinite ricette che possiamo preparare in casa perciò date libero sfogo alla fantasia e inventate il vostro ghiacciolo preferito dell’estate 2015!

La merenda perfetta? I ghiaccioli fatti in casa! ultima modifica: 2015-07-03T08:00:20+00:00 da Elena Broggi
Tags:
La merenda perfetta? I ghiaccioli fatti in casa! ultima modifica: 2015-07-03T08:00:20+00:00 da Elena Broggi

Biologa, educatrice ambientale ed attualmente educatrice prima infanzia, si specializza in Food and Green Education all'Alta Scuola per l'Ambiente. Nelle sue professioni, apparentemente con poco in comune tra loro, ha trovato il modo di unire le sue passioni più grandi: l'ambiente, l'infanzia e la sostenibilità. Di giorno educatrice al nido e di sera tiene corsi di autoproduzione di cosmesi. Vive in un paesino di campagna e nella sua testa il mondo perfetto è quello delle 3 C: consapevolezza, condivisione e comunicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top