Tartarughe alle Terme di Merano

Il centro di recupero per le tartarughe abbandonate è alle terme

in Animali|Viaggi
Il centro di recupero per le tartarughe abbandonate è alle terme ultima modifica: 2015-07-02T08:00:28+00:00 da Sara Merlino
da

Si può sognare di rilassarsi in una località termale “dal cuore tenero” e dall’anima eco-sostenibile? Le Terme di Merano sono sicuramente un’ottima scelta.

Immaginate un edificio dalla forma essenziale, imponente eppure in piena armonia con tutto ciò che lo circonda. Vetro, metallo, legno, trasparenza e leggerezza: una forma cubica perfettamente a proprio agio tra le architetture dei palazzi e le montagne. In pieno centro della città di Merano, in riva al fiume.

terme merano1

In Alto Adige le terme sono un rito quotidiano di benessere e di sintonia con gli elementi naturali: acqua, terra, aria e fuoco. Non è solo una questione di bellezza ma anche di salute e soprattutto di natura. Sarà per questo che l’ingresso è davvero accessibile a tutti. L’architetto Matteo Thun, arteficie del complesso delle terme, ha quindi voluto creare “un’oasi naturale al centro della città” e “ridestare attraverso i materiali e le forme il ricordo millenario della forza dell’acqua”. Il parco di 51000 metri quadrati circondato da alberi antichi e preziosi, cespugli e aiuole di rose e fiori completa il panorama circostante. Curato dagli esperti dei giardini di Castel Trauttmansdorff, offre la possibilità di immergersi nella natura e di scoprire la celebre, ineguagliabile flora meranese. Tutto qui è stato pensato avendo cura dell’ambiente e della sua sostenibilità: le materie prime utilizzate per la cosmesi delle terme (mela, uva, siero di latte, lana, erbe aromatiche, fieno e pino mugo) arrivano direttamente da coltivazioni locali. Tutta la struttura inoltre impiega le più moderne tecniche ambientali anche per il risparmio energetico e dell’acqua.

merano parco

Proprio all’interno del parco si trova una piccola oasi per gli amanti degli animali, l’incantevole “laghetto delle tartarughe”. Si tratta di un vero centro di recupero per tartarughe palustri, gestito in collaborazione con il rifugio per animali “Sill” del Servizio veterinario dell’Azienda sanitaria di Bolzano.
Un’area delimitata e adatta alla specie, in cui possono trovare posto circa 25 esemplari. Terme Merano si occupa ormai da qualche anno di nutrirle e di accudirle.

La storia è commovente: pare che siano moltissime le tartarughe abbandonate nei laghi montani. Putroppo l’uomo non conosce e non è attento al mondo animale come dovrebbe e spesso a farne le spese sono gli esseri viventi e lambiente. Queste azioni infatti, oltre ad essere riprovevoli, arrecano danni alla flora ed alla fauna. È stato dimostrato che queste simpatiche bestiole, originarie del Nordamerica, si trovano molto bene nei laghi e nei fossati dell’Alto Adige, superando senza problemi anche gli inverni sotto uno spesso strato di ghiaccio.

Tartarughe alle Terme di Merano

All’interno del parco delle terme le tartarughe si muovono liberamente in un’ampia area delimitata e sicura; vengono accudite con cura, osservate e molto amate dai visitatori.

“Con il nostro progetto dedicato alle tartarughe – sostiene la direttrice delle Terme Adelheid Stifter – vogliamo sensibilizzare adulti e bambini a non abbandonare questi animali”.

Tartarughe Merano parco terme

Soprattutto i bambini potranno imparare a conoscere queste interessanti forme di vita esistenti già all’epoca dei dinosauri attraverso un percorso tematico che illustra la loro storia. In estate si svolgono annualmente concorsi di disegno e di creatività riservati ai più piccoli, per premiare i lavori più belli e le migliori proposte di nome da dare alle tartarughe.

Un centro termale che ha a cuore l’ambiente, l’eco-sistema e il benessere degli animali: relax e divertimento in pieno stile eco-sostenibile.

Il centro di recupero per le tartarughe abbandonate è alle terme ultima modifica: 2015-07-02T08:00:28+00:00 da Sara Merlino
Tags:
Il centro di recupero per le tartarughe abbandonate è alle terme ultima modifica: 2015-07-02T08:00:28+00:00 da Sara Merlino

Nata a Bra (CN) e da circa 8 anni vive e lavora a Cherasco, piccola città medievale alle porte delle Langhe, con Francesco e tre gatti. Si occupa di cultura e organizzazione di eventi gestendo un piccolo spazio nato per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa; crede nel rispetto per ogni essere vivente e per l’ambiente e si impegna a dimostrarlo anche nei piccoli gesti quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top