organic

Chi mangia bio spreca zero, l’iniziativa antispreco di Regione Piemonte e Valle d’Aosta

in Alimentazione|Decrescita|Rifiuti
Chi mangia bio spreca zero, l’iniziativa antispreco di Regione Piemonte e Valle d’Aosta ultima modifica: 2015-04-14T08:00:24+00:00 da Federica Gemma
da

La lotta agli sprechi alimentari fa un altro passo avanti in Piemonte e Valle d’Aosta.

E’ a cura delle corrispettive Regioni, infatti, l’iniziativa partita il 25 marzo scorso Chi mangia bio spreca zero che si inserisce sulla strada tracciata l’anno passato con il lancio della piattaforma Una buona occasione per la lotta agli sprechi di cibo, vincitrice tra l’altro del premio “Vivere a spreco zero”.

organic

“Chi mangia bio spreca zero” coinvolge la quasi totalità dei negozi specializzati in alimenti bio presenti nei due territori (100 su 110) e tutte le “Botteghe del mondo” (50 punti vendita del commercio equo solidale). 

Il fulcro dell’iniziativa  sono proprio i negozi e le botteghe che vendono prodotti biologici, che fungono così da cassa di risonanza all’iniziativa esponendo il materiale informativo e attivando dei corner di offerte promozionali con prodotti alimentari in prossimità di scadenza.

chi mangia bio spreca zero

Io stessa, incuriosita dall’iniziativa, ho visitato uno dei punti vendita a Novara, un Natura sì che esponeva la locandina e aveva delle brochure a disposizione dei clienti, e ho potuto guardare attentamente e (molto interessata!) scegliere prodotti scontati prossimi alla scadenza, tutti biologici.

roberto_corgnati
Roberto Corgnati, foto di Paolo Tangari per CinemAmbiente

Roberto Corgnati, dirigente responsabile del settore relazioni con il pubblico, tutela dei cittadini e dei consumatori presso la Regione Piemonte è dello stesso avviso: “Non sprecare cibo o sprecarne meno è un obiettivo che tutti possiamo agevolmente raggiungere senza sacrifici o privazioni. Occorre soltanto un po’ di attenzione e un minimo di consapevolezza (sull’esistenza del problema, sulle sue cause, sui suoi effetti e sui rimedi). Si tratta, dunque, di favorire una presa di coscienza e insieme di fornire semplici suggerimenti sul come agire e abbiamo pensato che porci questo obiettivo rispetto ai clienti dei negozi bio e ai frequentatori delle Botteghe del mondo avrebbe potuto essere nel contempo più semplice ed efficace.”

Prosegue Corgnati :“Più semplice perché quella tipologia di consumatori è già abituata a porsi delle domande (e a ricercare le risposte) al momento delle scelte di consumo, più efficace perché molti di loro hanno già sviluppato una sensibilità rispetto a quelle medesime problematiche sociali, ambientali ed etiche che sono direttamente coinvolte nel problema degli sprechi alimentari. Vorremmo che molti (o anche solo alcuni) di loro divenissero non soltanto protagonisti, ma anche ambasciatori della lotta agli sprechi alimentari“.

chi mangia bio spreca zero bis
www.theecologist.org

I Partner del progetto sono: Dipartimenti di Economia, ESOMAS, Management, Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino, Associazioni dei Consumatori, CinemAmbiente, Istituto Zooprofilattico, Last Minute Market, Slow Food, Museo A come Ambiente e il MISE (Ente finanziatore) che hanno reso possibile il progetto oltre naturalmente ai 150 negozi Bio e Botteghe del Mondo.

Adesso tocca ai cittadini piemontesi e valdostani cercare le occasioni per non sprecare e coglierle!

Chi mangia bio spreca zero, l’iniziativa antispreco di Regione Piemonte e Valle d’Aosta ultima modifica: 2015-04-14T08:00:24+00:00 da Federica Gemma
Tags:
Chi mangia bio spreca zero, l’iniziativa antispreco di Regione Piemonte e Valle d’Aosta ultima modifica: 2015-04-14T08:00:24+00:00 da Federica Gemma

Laureata in Scienze della comunicazione, con una specializzazione in sociologia ambientale, è curiosa di tutto e tutti. Tiene corsi, legge, scrive, comunica. Adora la cucina e vivere in modo sostenibile. Il suo motto è: "Ogni posto è buono per fare la raccolta differenziata, non ci sono scuse"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top