L'ambiente è di casa

bici-notte-sicurezza

Sicurezza in bicicletta, consigli per pedalare la notte

in Mobilità
Sicurezza in bicicletta, consigli per pedalare la notte ultima modifica: 2015-04-13T08:00:23+00:00 da eleonora anello
da

La bicicletta per chi vive in città è un’alternativa economica, salutare ed ecologica e grazie ad alcuni accorgimenti, a nuove invenzioni e al buon senso, sempre più sicura. Tuttavia il buio delle ore notturne spesso ne limita l’utilizzo. È quindi di primaria importanza affrontare in modo concreto la questione incolumità 24 ore su 24 affinché si possa diffondere una mobilità più sostenibile, alla portata di tutti e meno impattante e affinché la bicicletta possa diventare il mezzo prediletto dai cittadini a tutte le ore del giorno.

Cycle_night_lights

Intanto è necessario attenersi al Codice della Strada, il quale considera la bicicletta veicolo a tutti gli effetti, anche se la definisce ancora in modo arcaico “velocipede”. Se il progresso passa per le parole e sono specchio della società che le utilizza, allora in Italia c’è sicuramente da percorrere molta e molta strada. Ma questa non è una novità. Ad ogni modo, le regole non passano mai di moda e per la circolazione nelle ore notturne delle due ruote, la legge rende obbligatori i seguenti dispositivi di sicurezza: luce posteriore rossa, luce anteriore bianca o gialla, catarifrangente rosso posteriore, catarifrangenti gialli (da applicare sui raggi delle ruote e sui pedali), il campanello per avvertire della propria presenza, e da mezz’ora prima dell’alba e mezz’ora dopo il tramonto il giubbino catarifrangente sulle strade extraurbane e in tutte le gallerie, anche quelle urbane.

Io personalmente, per essere più visibile in bici, ormai da anni utilizzo le luci a induzione Reelight. Si tratta di luci a led di produzione olandese, che non hanno batteria e sfruttano l’energia prodotta dalla rotazione delle ruote per accendersi. Facili da installare, si lasciano alla bicicletta: appena mi metto a pedalare si accendono, quando mi fermo si spengono pochi istanti dopo. Le ho acquistate online direttamente dalla ditta. Attualmente sono in vendita anche da Decathlon.

reelight

Un’altra utile alternativa per farsi vedere la notte è Life Paint. Da pochi mesi lanciata sul mercato, è una vernice riflettente da applicare al proprio mezzo, visibile solo al buio se illuminata dai fari delle automobili. L’interessante e utile prodotto è stato realizzato dalla casa automobilistica Volvo e da Grey London, uno studio di design inglese. La collaborazione ha dato vita ad Albedo100, la società che produce e commercializza lo spray che è già disponibile su Amazon.

Ogni anno più di 19.000 ciclisti rimangono feriti sulle strade del Regno Unito” spiega Nick Connor, managing director di Volvo Car UK, “riteniamo che il modo migliore per sopravvivere a un incidente sia fare in modo che l’incidente non avvenga. Per questo siamo impegnati a rendere le strade un posto più sicuro riducendo il numero degli infortuni”. L’innovativo prodotto sembra venire incontro sia ai bisogni dei ciclisti che a quelli degli automobilisti, che spesso lamentano la poca visibilità di chi viaggia in bici.

La vernice è a base acquosa, si può spruzzare sul proprio mezzo ed anche sul casco, sui vestiti, sulle scarpe e- perché no- sul collare del vostro cane. Proprio perché invisibile e senza alcun odore può essere utilizzata anche da chi ama fare passeggiate notturne. L’effetto dello spray che fa diventare visibile l’invisibile funzionerà per una settimana dopo l’applicazione.

volvo_life_paint-4

Nella consapevolezza che pedalare al buio nel buio sia un comportamento pericoloso oltre che una violazione del Codice della Strada, anche le istituzioni pubbliche tentano di aiutare i ciclisti. Il Comune di Torino , ad esempio, nell’ambito del Biciplan “Piano della Mobilità Ciclabile” approvato dal Consiglio Comunale il 18 ottobre 2013, ha aderito alla campagna “Ciclista Illuminato”: un’iniziativa di sensibilizzazione promossa dalla Fiab che invita tutti i ciclisti a pedalare in sicurezza la notte per farsi vedere.

Se la sicurezza è la vostra fissazione come è giusto che sia, nuove invenzioni e nuove sensibilità si stanno affermando per ridurre i rischi per tutti. Ora non ci sono più scuse. Biciclette sulle strade a tutte le ore!

Sicurezza in bicicletta, consigli per pedalare la notte ultima modifica: 2015-04-13T08:00:23+00:00 da eleonora anello
Tags:
Sicurezza in bicicletta, consigli per pedalare la notte ultima modifica: 2015-04-13T08:00:23+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

5 Commenti

    • Ciao Eleonora,
      SmanApp segnala la tua presenza sulla strada quando sei in bici, a tutte le auto vicino (in un raggio di 250 metri) con un allarme audio visivo, direttamente sullo smartphone.
      Realizzata appositamente per chi usa la strada per sport o per la vita di tutti giorni, riducendo gli incidenti dovuti alla distrazione di chi guida, o per la scarsa visibilità (di notte o nebbia intensa).
      visita il sito http://www.smanapp.com oppure mi puoi contattare al numero 0574.1660201
      grazie per l’interessamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Mobilità

Go to Top