pulisci_corri1

Pulisci e Corri, una eco-corsa per dire stop all’abbandono dei rifiuti

in Educazione|News|Rifiuti
Pulisci e Corri, una eco-corsa per dire stop all’abbandono dei rifiuti ultima modifica: 2015-03-27T08:08:44+00:00 da Sara Minucci
da

Quattrocento chilometri attraverso tre regioni (Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria), in otto giorni: ecco Pulisci&Corri2015, l’evento centrale del secondo European Clean Up Day, la campagna di comunicazione per contrastare la cattiva abitudine di abbandonare i rifiuti, che si terrà in tutta Europa dall’8 al 10 maggio.

Pulisci e corri (Immagine da www.ambientequotidiano.it)
Pulisci e corri (Immagine da www.ambientequotidiano.it)

Cosa si intende per abbandono di rifiuti e per littering? Nel primo caso si intende l’abbandono abusivo di rifiuti, nel secondo caso ci si riferisce all’abitudine di lasciare piccoli rifiuti dove capita, senza curarsi di raccoglierli. Entrambi i fenomeni portano a un consistente degrado del territorio sia urbano, che agreste, montano, fluviale, marino. L’abbandono di rifiuti – sul suolo o in acqua – costituisce un reato, anche quando si tratta di rifiuti non pericolosi e non ingombranti, sia in aree pubbliche che private. 

L’eco-corsa partirà il 9 maggio da Aosta e si concluderà a Ventimiglia sabato 16 maggio, dopo otto tappe da 50 chilometri circa l’una. In ogni Comune tappa di arrivo la popolazione locale, in particolare le scuole e le associazioni, sarà invitata a partecipare ad attività di sensibilizzazione e di pulizia del territorio oltre che a prendere parte a un dibattito in cui quotidianamente saranno presentati i dati legati alla pulizia svolta nella giornata.

Elettrodomestico abbandonato

I rifiuti, se ben recuperati, rappresentano una risorsa per la nostra economia – ha sottolineato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Gallettiimportante quindi questa iniziativa, che punta a sensibilizzare e coinvolgere i cittadini sul tema del contrasto all’abbandono dei rifiuti, il cosiddetto littering. Solo diffondendo buone pratiche e lavorando sull’educazione dei giovani potremo diffondere un modello di economia ambientale e sostenibile“.

L’abbandono di rifiuti costituisce un problema importante per il nostro Paese, come dimostra la condanna al pagamento di 40 milioni di euro arrivata lo scorso 2 dicembre dalla Corte di Giustizia Europea per le 188 discariche abusive presenti sul nostro territorio nazionale.

Inoltre, ogni sosta della gara fornirà l’opportunità di approfondire, anche grazie alla presenza di testimonial, il tema del recupero e del riciclo dei rifiuti. Hanno infatti aderito all’iniziativa personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport e della politica, tra cui Laura Morante, Giuseppe Cederna, Luca Mercalli, Ignazio Marino, Syusy Blady, Mauro Berruto, l’HC Valpellice Bodino Engineering, i Lou Dalfin, i Marlene Kuntz e molti altri.

Littering sulla spiaggia (Immagine da www.liberoricercatore.it)
Littering sulla spiaggia (Immagine da www.liberoricercatore.it)

È possibile partecipare a Pulisci&Corri correndo una o più tappe, seguendo l’evento sui canali social dell’evento (l’hashtag ufficiale è #pulisciecorri), partecipando alla pulizia del territorio o “adottando” un chilometro di corsa grazie a un’iniziativa di crowdfunding.

eHabitat.it è media partner di “Pulisci e Corri” insieme a Radio2, Radio Deejay,  Eco dalle Città, L’Ambiente, GSA Ambientali Igiene Urbana, Altraeconomia, Ambiente Quotidiano, Verdecologia, E-gazette.it  e Green Planner!

Pulisci e Corri, una eco-corsa per dire stop all’abbandono dei rifiuti ultima modifica: 2015-03-27T08:08:44+00:00 da Sara Minucci
Tags:
Pulisci e Corri, una eco-corsa per dire stop all’abbandono dei rifiuti ultima modifica: 2015-03-27T08:08:44+00:00 da Sara Minucci

Vive a Torino, dove la si può vedere quotidianamente affrontare il traffico cittadino in sella alla sua bici. La laurea in Relazioni Internazionali non le ha impedito di coltivare i suoi interessi e le sue passioni, anzi ha contribuito ad arricchirle: la corsa, il cinema, l'ambiente, la cucina e il giardinaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Educazione

Go to Top