In bicicletta in un quadro di Van Gogh

in Cultura|Energia|Mobilità|Viaggi
In bicicletta in un quadro di Van Gogh ultima modifica: 2015-01-29T08:15:22+00:00 da Sara Merlino
da

notte-stellata-van-gogh

La notte stellata” di Vincent Van Gogh, una delle opere più eloquenti e toccanti della sua tormentata e straordinaria attività artistica. Il clima sereno e tranquillo del paesino dormiente letteralmente sovrastato da un cielo vorticosamente attraversato da astri enormi che sembrano ruotare vertiginosamente e rischiarare il cielo scuro. Spesso l’artista se ne andava in giro di notte con tela e pennelli, cercando di catturare le meraviglie celesti, di cogliere la realtà immersa nel buio. Aveva escogitato un cappello sormontato da candele accese per riuscire a vedere meglio nell’oscurità. In questo caso invece la tela in questione è stata composta attraverso il ricordo di una notte stellata impresso nell’animo profondo dell’artista e mescolato con la potenza della sua vivida immaginazione.

PISTA-1

Sarebbe bello passeggiare in questo quadro, in una notte rischiarata da enormi e fantastiche stelle!

Un artista, a distanza di qualche anno (precisamente 125), ha reso in parte possibile tutto questo. Si tratta di Daan Roosegaarde artista e designer olandese che per il “Van Gogh 2015 International Theme Year” ha voluto rendere omaggio al genio espressionista con la “Van Gogh-Roosegaarde Cycle Path di Nuenen“. Si tratta di un nuovo tratto di pista ciclabile lungo circa 1 km che collega due mulini, tra Eindhoven a Nuenen, e aggiunge un nuovo tratto a quella già esistente, lunga 335 chilometri.

Proteq-Starpath-Glows-in-the-dark-2

La cosa speciale è che di notte la strada si trasforma come per magia in una scia luminosa, una sorta di via lattea, la stessa dipinta da Vincent, grazie a un espediente tecnologico: 50mila sassolini scintillanti che segnano la via. Led e sassi fluorescenti che durante il giorno accumulano energia e durante la notte si illuminano. La sera si potrà dunque pedalare tra le stelle, anzi, sulle stelle. Daan Rosegaarde l’ha definita “tecno-poesia“. Un tributo all’animo fragile, tormentato di Vincent, al suo meraviglioso genio. E un regalo ai cicloturisti di tutto il mondo che potranno percorrere metro per metro un sentiero pieno di incanto, vivendo l’emozione di entrare in un’opera d’arte proprio nei luoghi che diedero i natali a uno degli artisti più amati.

A metà tra arte, installazione ed eco sostenibilità questa strada luminosa accontenta tutti, anche l’ambiente.

Qui il video che magicamente ci accompagna nella magica strada tra le stelle.

In bicicletta in un quadro di Van Gogh ultima modifica: 2015-01-29T08:15:22+00:00 da Sara Merlino
Tags:
In bicicletta in un quadro di Van Gogh ultima modifica: 2015-01-29T08:15:22+00:00 da Sara Merlino

Nata a Bra (CN) e da circa 8 anni vive e lavora a Cherasco, piccola città medievale alle porte delle Langhe, con Francesco e tre gatti. Si occupa di cultura e organizzazione di eventi gestendo un piccolo spazio nato per promuovere l'arte contemporanea sul territorio. E' convinta che la creatività sia la risorsa più preziosa; crede nel rispetto per ogni essere vivente e per l’ambiente e si impegna a dimostrarlo anche nei piccoli gesti quotidiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Cultura

Go to Top