Staffordshire terrier and cat

La Toscana dà il via libera ai cimiteri per animali domestici, a quando il resto d’Italia?

in Animali
La Toscana dà il via libera ai cimiteri per animali domestici, a quando il resto d’Italia? ultima modifica: 2015-01-20T08:00:23+00:00 da Federica Gemma
da

Quando viene a mancare un animale domestico, per molte persone è un vero e proprio lutto familiare.

Facendo parte della famiglia, l’animale che nel corso degli anni ha avuto un nome, una cuccia, dei giochi, è stato nutrito, curato e soprattutto gli è stato dato e ha dato molto amore. Insomma un animale è parte della propria storia di vita. Nel triste momento della morte e della separazione spesso non esiste la possibilità di poterlo seppellire in un luogo adeguato.

cimitero

Su queste premesse  la Toscana il 14 gennaio scorso ha emanato una legge, approvata all’unanimità, per normare i cimiteri per animali di affezione. Nel comunicato stampa, a firma del Consiglio Regionale, a voce della vicepresidente del gruppo PD toscano Lucia De Robertis, se ne leggono le motivazioni con cui viene emanata la normativa:

[Viene] “Favorita la continuità del rapporto tra le persone e i loro animali di affezione e semplificate le procedure per la realizzazione di nuove strutture destinate ad accoglierne le spoglie o le ceneri.”

Si tratta di una norma importante, di civiltà, che tocca direttamente la quotidianità, l’attaccamento delle persone ai propri animali” – prosegue la De Robertis –Sappiamo bene quanto sia importante, quanto sia coinvolgente, avere un animale che magari ci accompagna per diversi anni della nostra vita. Un rapporto, un legame, al quale è giusto dare una continuità, anche quando questi animali vengono a mancare. Per questo, come istituzione regionale, abbiamo deciso di agevolare la costruzione di tali strutture”.

Allo stato attuale sono presenti in Italia alcune strutture cimiteriali, private e non pubbliche per animali da affezione.

Fonte Ansa
Fonte Ansa

Anche il Comune di Genova, nella seconda metà del 2014 approvò all’unanimità la decisione di realizzare il primo cimitero per animali domestici nel territorio comunale, facendo riferimento alla legge della Regione Liguria del 22/3/2000 in cui Asl e Comune hanno facoltà di identificare e autorizzare spazi da dedicare a cimiteri per animali.

Non ancora tutte le regioni si sono dotate di una legislazione in merito, ma sono sempre di più i Comuni, come ad esempio il citato di Genova, quello di Mantova e quello di  Milano che stanno lavorando sul progetto. Spiega il Garante per la tutela degli animali, professor Valerio Pocar:

“Ogni giorno ricevo almeno una mail di qualche padrone che mi chiede informazioni in proposito, bene credo che l’istituzione di un luogo di sepoltura pubblico sia un’esigenza molto sentita tra i Milanesi”.

Da parte nostra ci auguriamo che al più presto tutte le Regioni normino la costruzione dei cimiteri per animali di affezione, in modo che tutti i proprietari possano avere un posto del saluto e del ricordo.

La Toscana dà il via libera ai cimiteri per animali domestici, a quando il resto d’Italia? ultima modifica: 2015-01-20T08:00:23+00:00 da Federica Gemma
Tags:
La Toscana dà il via libera ai cimiteri per animali domestici, a quando il resto d’Italia? ultima modifica: 2015-01-20T08:00:23+00:00 da Federica Gemma

Laureata in Scienze della comunicazione, con una specializzazione in sociologia ambientale, è curiosa di tutto e tutti. Tiene corsi, legge, scrive, comunica. Adora la cucina e vivere in modo sostenibile. Il suo motto è: "Ogni posto è buono per fare la raccolta differenziata, non ci sono scuse"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Animali

Go to Top