acido citrico

Acido citrico, l’asso piglia tutto del pulito

in Abitare|Fai da te|Natura
Acido citrico, l’asso piglia tutto del pulito ultima modifica: 2014-10-22T08:00:53+00:00 da Cristina Delbuono
da

L’acido citrico è naturalmente contenuto negli agrumi, come il nome stesso suggerisce. Sono molti gli utilizzi del limone nella vita domestica di tutti noi, si va dall’azione anti imbrunimento di frutta e verdura fino alla pulizia del marmo insieme al sale grosso. L’acido citrico può essere reperito in commercio in forma pura, cioè senza tutte le altri componenti che si trovano nel limone, olii essenziali, zuccheri ecc.

acido citrico formula
foto di rdnattural.es

È un acido blando, cioè poco aggressivo, se vi dovesse cadere sugli abiti, non li bucherà e se inavvertitamente alcune gocce dovessero schizzare negli occhi, a parte il fastidio comparabile a quello dello shampoo, non ne avreste alcun danno alle diluizioni che vedremo di seguito in questo post.

Il citrico reperibile sul mercato ha l’aspetto del sale grosso, è completamente incolore e insapore, è possibile trovarlo negli empori agricoli, dal ferramenta e in farmacia. Veniamo però ai suoi utilizzi, la funzione principe è quella anticalcare sia sulle superfici sia nell’acqua durante il lavaggio dei panni. Il costo dell’acido citrico è di qualche euro, un chilogrammo va dai 3,5 ai 7 euro a seconda che venga acquistato sfuso a peso o elegantemente confezionato in farmacia, ma il prodotto è sempre lo stesso, non ci sono differenze. Per farne un ottimo anticalcare che rimuova le incrostazioni occorre uno spruzzino, anche recuperato da altri detersivi a patto che sia ben lavato, 100 grammi di acido citrico e un litro di acqua, si ottiene così una soluzione al 10% molto efficace su sanitari e rubinetterie. Funziona anche bene su parti arrugginite che non si riesce più a svitare. Il metodo d’uso è identico a quello dei prodotti presenti in commercio, si spruzza, si attende l’azione disincrostante e si risciacqua.

acido citrico
foto di onlypro.it

La funzione ammorbidente è egregiamente svolta dall’acido citrico a una diluizione minore, 50 grammi per un litro di acqua, 5%, di questo preparato ne sarà sufficiente un bicchiere utilizzato al posto dell’ammorbidente mettendolo nell’apposita vaschetta. Si otterrà anche una funzione anticalcare che contribuirà alla longevità della lavatrice, ovviamente può essere utilizzato anche per i lavaggi a mano. L’ultimo utilizzo interesserà moltissimo le mamme, o chiunque si occupi del bucato dei bambini, l’acido citrico elimina le macchie di frutta e di erba dai vestiti e dalle tovaglie le macchie di vino.  Facendo prima una prova su un angolo di tessuto per verificare la tenuta del colore e utilizzando lo spruzzino homemade con il citrico al 10% per pretrattare le macchie vegetali, queste svaniranno dopo un normale lavaggio. L’acido citrico preserva anche il portafogli, con una spesa massima di 7 euro si possono avere 10 litri di anticalcare o 20 litri di ammorbidente. A questo punto non vi resta che provare e farci sapere la vostra opinione anche sulla pagina Facebook di eHabitat

foto Emanuele Maria Bonafiglia

Acido citrico, l’asso piglia tutto del pulito ultima modifica: 2014-10-22T08:00:53+00:00 da Cristina Delbuono
Tags:
Acido citrico, l’asso piglia tutto del pulito ultima modifica: 2014-10-22T08:00:53+00:00 da Cristina Delbuono

Agronomo, progettista ambientale, neofita del knitting, appassionata di usi alternativi del verde e blogger – vive in campagna conservando uno spirito spietatamente metropolitano.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Abitare

Go to Top