Gelato alla lavanda

Gelato alla lavanda

in Libri|Ricette
Gelato alla lavanda ultima modifica: 2014-06-25T08:00:01+00:00 da Sara Panarella
da

Proseguendo nella mia ricerca alla scoperta di erbe e fiori da mangiare, ho cominciato ad aggirarmi fra i boschi fuori città, nei prati dei parchi e i giardini degli amici cercando ispirazione e consiglio.

L’idea per questa ricetta mi è venuta guardando due meravigliosi cespugli di lavanda, visti in pochi giorni di distanza in due differenti giardini: pianta bella e profumatissima, tanto da essere usata (da sempre?) per profumare cassetti e biancheria. Ma non vanta solo un gradevole e intenso profumo: ha proprietà disinfettanti, analgesiche  e blandamente sedative.

Spiga di lavanda: particolare. Foto: www.farmacistionline.net
Spiga di lavanda: particolare. Foto: www.farmacistionline.net

Ma si può usare in cucina? Certo ma in dosi molto moderate vista la forte aromaticità.

Ecco la ricetta:

200 ml di panna fresca

4 cucchiai di miele

2 uova

4/5 spighette di lavanda

Gelato alla lavanda
Gelato alla lavanda

Con la frusta elettrica miscelare le due uova con il miele fino ad avere un composto spumoso. Sempre mescolando aggiungere la panna e le spighette di lavanda.

Mettere sul fuoco e quando raggiunge il bollore spegnere. Dopo circa cinque minuti togliere le spighe dal composto, lasciando il gambo lungo lo si potrà fare con comodità. Naturalmente più si lasciano le spighette nel composto più si sentirà l’aroma della lavanda ma è meglio non abusare perchè se troppo intenso potrebbe dare fastidio.

Lasciar raffreddare e con la gelatiera concludere la preparazione.

A scopo decorativo ho aggiunto i fiorellini della lavanda sgranati e fatti cuocere pochi minuti in uno sciroppo denso di acqua e zucchero. Dopo pochi minuti di cottura toglierli dallo sciroppo e lasciar asiugare appoggiati su un foglio di carta forno.

E’ un gelato nutriente dal gusto fresco e gradevole. A me è piaciuto molto anche con l’aggiunta di qualche scaglia di cioccolato fondente. Provate!

Erbe spontanee della provincia di Cuneo
Erbe spontanee della provincia di Cuneo

Come sempre per questa ricetta sono partita dall’esperienza di qualcun altro, rivista a modo mio. In questo caso si tratta del libro Erbe spontanee commestibili della provincia di Cuneo di Riccardo Luciano e Carlo Gatti edito da L’Araba Fenice, casa editrice piemontese che ha in catalogo una collana dedicata alle erbe.

Gelato alla lavanda ultima modifica: 2014-06-25T08:00:01+00:00 da Sara Panarella
Tags:
Gelato alla lavanda ultima modifica: 2014-06-25T08:00:01+00:00 da Sara Panarella

Vive a Torino, bibliotecaria. Si laurea in Filosofia interessandosi di bambini e multiculturalità e si avvicina alla psicoanalisi e alla cura del pensiero. Ha poi quattro bimbi e un cane che insieme a tanta effervescenza aggiungono interessi nuovi, maggior attenzione per l’ambiente e gli antichi mestieri e saperi, lavorazione dell’argilla, uncinetto, raccolta e utilizzo delle erbe. Una moderna “Strega in famiglia”!

3 Commenti

  1. buonissimo!!! io ho assaggiato proprio quello della foto!!! nelle due versioni: con fiori di lavanda caramellati e con scagliette di cioccolato fondente. brava sara! tutti vorrebbero in famiglia una strega come te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*