lilypad

LILYPAD, LA CITTA’ ANFIBIA E ALTRE FAVOLE CLIMATICHE

in Clima
LILYPAD, LA CITTA’ ANFIBIA E ALTRE FAVOLE CLIMATICHE ultima modifica: 2014-03-29T08:00:45+00:00 da Silvia Faletto
da

Siamo nel 2011. Vincent Callebaut, un giovane architetto belga sconosciuto in Italia, crea un progetto utopico e fantascientifico: una città avveniristica e totalmente eco-sostenibile, in grado di accogliere più di 50.000 profughi ambientali.

Lilypad potrebbe essere un’isola metà acquatica e metà terrestre dove poter fuggire all’innalzamento dei ghiacci dovuto al riscaldamento climatico, e trovare risorse per ricostruire una vita.

 lilypad-ecropolis

Nel 2011, lo stupore generale aveva poi liquidato questo progetto come fantascienza, definendolo irrealizzabile e non considerando le cifre a cui rispondeva come reali o interessanti.

Sono passati quattro anni dall’estate torrida del 2011, e Lilypad, una favola utopistica e troppo costosa, rischia di diventare una necessità.

Questo ultimo periodo è tra i più caldi degli ultimi decenni, e, mentre le politiche ambientali dei paesi più economicamente sviluppati lasciano a desiderare e rimandano le azioni concrete ai prossimi ordini del giorno, oltre 100 mila persone si devono organizzare ed attrezzare contro lo scioglimento del permafrost , che minaccia le loro case, le loro tradizioni, le loro stesse vite.

Hanno provato a farsi ascoltare dagli altri popoli del mondo, anche per preservarne il futuro, ma i loro governi hanno troppe questioni importanti da risolvere per dare loro voce e priorità.

Funziona proprio come nella favola “La Bella e la Bestia”: Belle, eroina colta e amante del mondo che la circonda, deve fare breccia nel cuore della Bestia, da secoli arroccato nel proprio castello, prima che la rosa perda tutti i suoi petali, portando alla morte della stessa Bestia.

la rosa della bella e la bestia

La natura sta perdendo i suoi petali. Noi resteremo imprigionati nella magia del castello o cercheremo di cambiare, come la Bestia, per dare il via a un nuovo inizio ed avere opportunità di futuro?

Quello che è certo è che quella che sembrava una favola fantascientifica sta diventando una realtà di investimento a cui pensare seriamente.

LILYPAD, LA CITTA’ ANFIBIA E ALTRE FAVOLE CLIMATICHE ultima modifica: 2014-03-29T08:00:45+00:00 da Silvia Faletto
Tags:
LILYPAD, LA CITTA’ ANFIBIA E ALTRE FAVOLE CLIMATICHE ultima modifica: 2014-03-29T08:00:45+00:00 da Silvia Faletto

25 anni, vive a Torino, dove studia geografia e lavora presso la scuola del Cottolengo con bambini meno fortunati di lei. Orgogliosamente eporediese (abitante di Ivrea, per i neofiti), la battaglia delle arance è un nervo scoperto del suo carattere: a coloro che la definiscono "poco ecologista" è in grado di rispondere argomentando il contrario! Ama andare in montagna, nuotare, viaggiare, conoscere ed aiutare gli altri. Curiosa ed attenta al mondo, odia i pregiudizi ed il "è impossibile!". Ritiene che l'esperienza e il confronto siano il fondamento della civiltà e della cultura, e per questo... Fa molti errori. Ama scrivere, sorridere e prova ogni giorno a lasciare il mondo un po' migliore di come l'ha trovato. Oltre a lavorare a scuola e studiare all'università, parla 4 lingue ed è un' europrogettista. Ultimamente si sta appassionando alla fotografia. Il suo motto? "la geografia salverà il mondo!".

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verra pubblicato

*

Ultimi articolo di Clima

Go to Top