eco-amore

Rimedi naturali per accendere la passione

in Alimentazione|Natura
Rimedi naturali per accendere la passione ultima modifica: 2014-02-03T15:00:00+00:00 da eleonora anello
da

Per mantenere alto il livello della passione non è necessario ricorrere a farmaci o strani intrugli. Amarsi è la cosa più naturale del mondo. E siccome la natura ha pensato a tutto, perché non ricorrerci anche a San Valentino? Considerando che il tema è serio ed importante, ci siamo fatti aiutare da Marco Rossi, un esperto, anzi un super esperto, psichiatra e psicoterapeuta specializzato in sessuologia.

marco-rossi

Benvenuto sulle pagine di eHabitat! Sappiamo che sei il più noto sessuologo in Italia e abbiamo tante cose da chiederti. La situazione che ci si prospetta è questa: siamo in compagnia del partner giusto e vogliamo trascorrere dei piacevoli momenti. A quali “metodi” naturali possiamo ricorrere?

Il metodo più “naturale” per accendere la passione è stimolare l’energia sessuale ed il desiderio attraverso la più potente zona erogena del nostro corpo: il punto “M”, che non solo viene da Marco Rossi ma dalla nostra mente! Bisogna quindi stimolare la fantasia, la complicità ed il gioco.

Molto divertente. Con la tua simpatia ci stai dimostrando che è possibile affrontare il tema in modo spiritoso e leggero…

Si parte dalla mente e si continua con il corpo. Stiamo parlando di un’esperienza plurisensoriale, è quindi fondamentale giocare con tutti i 5 sensi, in particolare con la vista e il “vedo non vedo”, spegnendo le luci e usando o la penombra o le luci delle candele. In questo modo si “risparmia energia elettrica” (tutto a vantaggio dell’ambiente) e nello stesso tempo si crea una eco-magica atmosfera. Sbagliato stare al buio totale poiché la sessualità è soprattutto visiva! L’energia e la riduzione di efficienza energetica sono una parte importante di cambiare la nostra cultura energetica. Il consiglio è quindi di amarsi durante il giorno!

Proseguendo con il tatto, regaliamo alla nostra coppia sempre un bel massaggio e soprattutto sincronizziamo il respiro e il battito del cuore con il partner, questo si ottiene anche grazie allo yoga. Ricordatevi che nell’intimità vince il tatto. Bisogna concentrarsi per prima cosa sulla pelle, il più vasto organo sessuale. Suggerisco sempre di imparare le pratiche del massaggio con un buon manuale o di scoprire piume e guanti di velluto per sfiorarsi lentamente. Sul come e sul dove, invece, lascio carta bianca: l’importante è abbandonare la fretta, concedersi delle pause, ricominciare e tornare indietro, perché ogni gesto, ogni carezza e ogni sfioramento possono diventare stimolanti ed eccitanti!

bacio tramonto

Quindi se ho capito bene, tanto relax ma anche tanta complicità.

Indubbiamente. La complicità crea anche una sorta di sincronizzazione. Studi scientifici dimostrano che se il respiro e il battito sono sincronizzati con quelli del partner la passione e l’orgasmo sono più intensi. Certo l’obiettivo si raggiunge con esercizio: seduti uno di fronte all’altra, entrambi devono poggiare la mano sinistra sul cuore del partner. Quando si ha la sensazione di percepirne il battito, si mette la destra sull’addome. In modo naturale, con le braccia così incrociate, il ritmo dei due respiri inizierà a coincidere.

Riagganciandomi al relax, io consiglio lo Slow Sex, per ritrovare il piacere della lentezza. In un’epoca in cui tutto è veloce, si sente il bisogno di riscoprire la tranquillità non solo a tavola con lo slow food ma anche tra le lenzuola. Il sesso, come il vino, deve essere decantato per dare il meglio, per liberare ogni sfumatura. Più l’atto è rilassato, più benessere dà al corpo e all’intesa di coppia. Non si pensi allo slow sex come a uno dei tanti “impegni da assolvere”, ma come a un evento importante a cui dedicare il giusto spazio, proprio come una cena al ristorante. La chiave di questo nuovo modo di intendere la sensualità è, appunto la calma. Per riaccendere la passione è quindi fondamentale dedicare tempo alla coppia per ascoltare il proprio corpo, conoscersi, studiare le proprie reazioni.

Ginseng

A proposito di cibo, quali gli ingredienti che non devono mancare in un incontro romantico?

Per quanto riguarda il gusto, il consiglio è di utilizzare spezie e alcuni ingredienti naturali che sono realmente afrodisiaci: come il ginseng, lo zafferano, che conosciamo per usi molto più legati alla sua incredibile potenza aromatica e capace di esaltare l’olfatto. Altre sostanze meno conosciute sono lo yohimbina, una sostanza chimica naturale estratta dagli alberi yohimbe, che crescono nell’Africa occidentale. Tutti e tre sono associati a un miglioramento della funzione sessuale umana.

Ma non basta. Un aumento di desiderio sessuale si può ottenere anche dopo aver mangiato “muira puama” (una pianta che si trova in Brasile) oppure radice di Maca (pianta di senape nelle Ande).

Quindi cosa deve essere presente nei menù dei nostri eco-innamorati?

Il merluzzo e i suoi derivati sono ricchissimi di arginina, una sostanza naturale che contribuisce a dilatare i vasi sanguigni. Per i vegetariani consiglio i frutti della passione… ma che siano OGM-free! Chi utilizza la frutta (fragole, ciliegie, mirtilli, lamponi…) per accendere la passione, può farlo utilizzando prodotti liberi dagli OGM e dall’utilizzo di pesticidi.

sesso-fragole

Cosa evitare invece per un amore che guarda anche all’ambiente?

Evitiamo assolutamente le ostriche e altri frutti di mare perché saranno pure afrodisiaci, ma la loro cattura contribuisce alla distruzione dei nostri mari!

Cosa rivalutare invece?

Rivalutiamo poi la camporella! Amarsi tra la natura e sotto un cielo di stelle può facilitare nel creazione della giusta atmosfera! E’ fondamentale dare importanza al setting amoroso: che può essere il bagno. In tal caso meglio non fare il bagno ma la doccia, per un minore impatto ambientale: lavarsi assieme in vasca o doccia salva acqua e assicura un lavaggio più profondo! Guardiamo poi al colore della camera da letto. Secondo uno studio della catena alberghiera britannica Travelodge, il colore della camera da letto può influenzare non solo il sonno, ma anche il sesso. Il più “erotico” è il caramello.

eco-sesso

Il colore meno erotico invece?

In base all’indagine il blu è il miglior amico del riposo: coloro che hanno dipinto le proprie pareti con questa tonalità dormono infatti in media 7 ore e 52 minuti. L’azzurro viene associato a sentimenti di calma e a immagini che ispirano tranquillità, come l’acqua increspata tra le onde o il cielo blu, e aiuta inoltre a mantenere bassa la pressione sanguigna. A favore del relax agiscono anche il verde e il giallo, con una media di 7 ore e 40 minuti. Dopo una giornata di lavoro, il viola rende invece difficile rilassarsi e addormentarsi perché troppo stimolante: chi ha la stanza dipinta di questa tonalità dorme infatti in media sei ore per notte. Bocciati anche il grigio, accusato di provocare sensazioni di tipo depressivo, e il marrone.

Quindi non è vero che il colore della passione è il rosso?

Le coppie con camere color caramello sono più portate a un’intensa attività sessuale, in media tre volte a settimana. Al contrario il rosso, da sempre considerato sinonimo di passione come dici tu, sembra avere un effetto calmante sugli amorosi sensi con un solo incontro a settimana.

 A questo punto credo che i nostri lettori abbiano molto a cui pensare.

Sicuramente. Vorrei però concludere con un ultimo rimedio. Per i più audaci, si può ricorrere ai Sex toys. Ne esistono anche di ecologici.

Grazie Marco dei tuoi consigli e felice festa degli innamorati a tutti!

Rimedi naturali per accendere la passione ultima modifica: 2014-02-03T15:00:00+00:00 da eleonora anello
Tags:
Rimedi naturali per accendere la passione ultima modifica: 2014-02-03T15:00:00+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top