pasqua sostenibile

5 uova eco-sostenibili per la vostra Pasqua

in Alimentazione|Animali
5 uova eco-sostenibili per la vostra Pasqua ultima modifica: 2013-03-22T09:55:14+00:00 da eleonora anello
da

Siete anche voi alle prese con la scelta dell’uovo di Pasqua? Consumistico e goloso rito, le uova di cioccolata hanno già invaso gli scaffali dei supermercati e i pensieri golosi di grandi e piccini.

pasqua sostenibile

Se ne trovano ormai di ogni tipo, per ogni palato e con le sorprese più bizzarre. Belle, colorate e gioiose, possono però diventare piuttosto dannose per l’ambiente. Nel loro acquisto, c’è chi si sofferma sulla qualità degli ingredienti, sulla loro provenienza e chi si abbandona a considerazioni ecologiste inerenti al packaging. Si rischia di apparire eccessivamente puntigliosi ma spesso ci si dimentica che la maggior parte delle uova in commercio sono avvolte da involucri non riciclabili. Materiale poliaccoppiato, impossibile da dividere e che, per forza di cose, finisce nell’indifferenziato. Per evitare di creare rifiuti è necessario allora inventarsi qualcosa. In questo sono bravissime le insegnanti sempre in grado di escogitare le più disparate attività educative che tanto divertono i bambini.

Per fortuna per l’ambiente, in questi ultimi anni, le proposte sostenibili si sono moltiplicate. Associazioni e aziende hanno individuato un mercato remunerativo. E noi vi aiuteremo a districarvi tra le tante offerte, rendendovi le cose più semplici.

Cominciamo dalle multinazionali. Nestlè, ad esempio, nel Regno Unito ha lanciato una linea a ridotto impatto ambientale. Tutte le uova sono confezionate con materiali totalmente riciclabili al 100%: vaschette di cartone certificate dal Forest Stewardship Council e plastica biodegradabile.

nuovomondo-600x250

Ma concentriamoci sull’Italia. Una scelta consapevole può cadere sui prodotti di “nUovo mondo” di Altromercato, la più importante organizzazione del commercio equo e solidale del nostro paese. Da sempre il suo uovo assicura ingredienti biologici e un packaging di carta prodotta a mano in Bangladesh dalle donne di Mcc (Mennonite Central Committee) e realizzata grazie agli scarti di produzione delle fibre di seta.

Affinché la vostra scelta non cada nel banale e sia altamente significativa, potete decidere di optare per le uova il cui ricavato vanno ad aiutare le associazioni che si occupano di ambiente. Tra le tante proposte vi segnaliamo le uova della LAV (Lega Anti Vivisezione), prodotti anch’essi equo-solidali venduti nelle maggiori piazze italiane nei week end precedenti la Pasqua.

uova-lav-600x250

Se per comodità, ci si vuole rivolgere al circuito della grande distribuzione, raccomandiamo le uova della linea solidal Coop. Il cioccolato e le sorprese vengono acquistati a condizioni eque nei paesi in via si sviluppo senza intermediari assicurando condizioni di vita migliori per i produttori. Inoltre parte dei guadagni è reinvestita in progetti per lo sviluppo delle comunità locali.

Infine, chi è di Roma e dintorni, può puntare su RICIoCcoLATO. La cooperativa T-riciclo anche quest’anno ritorna con l’uovo di Pasqua fatto con ingredienti biologici e solidali, con una sorpresa che non è all’interno dell’uovo ma è riciclata. Si tratta di giochi e peluche recuperati e pronti a trovare nuovi compagni di gioco. Questo uovo fa quindi bene all’ambiente e allo stesso tempo va a sostegno delle piccole aziende dolciarie del territorio che risentono molto della crisi e che impiegano persone socialmente svantaggiate.

E voi conoscete altre uova sostenibili?

5 uova eco-sostenibili per la vostra Pasqua ultima modifica: 2013-03-22T09:55:14+00:00 da eleonora anello
Tags:
5 uova eco-sostenibili per la vostra Pasqua ultima modifica: 2013-03-22T09:55:14+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top