camilleri

Camilleri e il novellame: scontro tra due commissiari per l’ambiente

in Alimentazione|Animali|Libri
Camilleri e il novellame: scontro tra due commissiari per l’ambiente ultima modifica: 2012-04-05T13:59:49+00:00 da eleonora anello
da

camilleri

Un’astuta trovata pubblicitaria studiata a tavolino o la ferma convinzione che anche i personaggi fantastici possano influenzare le abitudini degli individui?

Di recente la commissiaria europea per la pesca e gli affari marittimi Maria Damanaki si è sentita in dovere di rimproverare alcuni peccati di gola del famoso personaggio di Vigata, noto al grande pubblico come Commissario Montalabano. Durante una conferenza stampa dedicata alla biodiversità tenutasi a Bruxelles, la politica ha infatti affermato:«Sono una grande fan di Montalbano e un’appassionata lettrice di Camilleri. Ma c’è un grave problema: il commissario ama il novellame di pesce, una cosa inaccettabile nel Mediterraneo». Per questo, ha precisato, «ho scritto a Camilleri».

Le reazioni non si sono fatte attendere e sono state molteplici. Alcuni si sono detti increduli e allibiti, altri hanno invece condiviso l’ennesima bacchettata europea perchè  il pesce troppo giovane non può finire sulle tavole.

Gli indignati non accettano che un personaggio di spicco dell’immaginario nonchè orgoglio italico possa essere ammonito dall’Unione Europea. Uno spiritoso lettore del Corriere.it puntualizza che ci sono casi ben più gravi di protagonisti letterari a cui dedicarsi urgentemente: «Dracula succhia il sangue alla gente, Il Cavaliere senza testa addirittura la decapita, il Capitano Nemo se ne infischia delle acque territoriali, Arsenio Lupin è un ladro…». Cosa penserebbe allora la signora Damanaki nel leggere Pinocchio?

Scherzi a parte, la domanda che veramente chi si occupa di comunicazione si dovrebbe porre riguarda il ruolo dell’artista: deve per forza fornire esempi positivi? Cosa diventerebbe l’arte se dovesse sempre dare il buon esempio?

Forse Montalbano non sarà preso a modello dai lettori e dai telespettatori. Forse la commissaria ha esagerato. Certo è che tutto questo ha creato “un gran baccano”, per dirla con le parole del personaggio di Camilleri, sfruttando cioè dei meccanismi “popolari” che hanno permesso di portare alla luce un problema reale legato all’ambiente e alla natura che un semplice iter parlamentare non sarebbe stato in grado di fare.

 A un personaggio innamorato del mare certe discordanze si possono perdonare?

Camilleri e il novellame: scontro tra due commissiari per l’ambiente ultima modifica: 2012-04-05T13:59:49+00:00 da eleonora anello
Tags:
Camilleri e il novellame: scontro tra due commissiari per l’ambiente ultima modifica: 2012-04-05T13:59:49+00:00 da eleonora anello

Vive a Torino. E' giornalista pubblicista, laureata in scienze della comunicazione. Vegetariana ed ecologista, è appassionata di ambiente e di come viene comunicato. Ama il sole e non potrebbe fare a meno del mare. Si sente la paladina dell'ambiente. Per fortuna nella vita privata è mamma di due splendide bimbe che la portano con i piedi per terra. Odia parlare in pubblico e per questo... scrive.

Ultimi articolo di Alimentazione

Go to Top